AFC Asian Cup UAE 2019, 3° giornata: big tutte avanti. Bahrain, Kirghizistan, Vietnam ed Oman migliori terze – Jworld.it

AFC Asian Cup UAE 2019, 3° giornata: big tutte avanti. Bahrain, Kirghizistan, Vietnam ed Oman migliori terze

Si è conclusa la fase a gruppi della AFC Asian Cup UAE 2019 e tutte le big d’Asia si sono qualificate alla fase finale. Agli ottavi, tuttavia, sono presenti anche alcune sorprese di questa competizione. Ecco cosa è accaduto in quest’ultima giornata in ogni gruppo.

GRUPPO A

Risultati immagini per India 0-1 Bahrain

Ad essere clamorosamente agli ottavi è il Bahrain che batte 1-0 l’India all’ultimo respiro ed estromettendo dalla competizione proprio i Bhangra Boys. Dopo il 4-1 nella prima giornata, nessuno si sarebbe aspettato l’India fuori ed invece dopo la sconfitta alla seconda giornata tutto si è fatto più duro. Contro il Bahrain, l’India non ha giocato una gran partita ed alla fine, anche se al 91′ su calcio di rigore con Rashed, i biancorossi hanno meritato la vittoria ed il terzo posto che valgono gli ottavi contro la Corea del Sud

Avanzano come primi anche gli Emirati Arabi Uniti a cui basta un pareggio per 1-1 contro la Thailandia per mantenere la vetta. Per il paese ospitante, pur orfano di Omar Abdulrahman, passare il turno era obbligatorio e Zaccheroni è riuscito ad evitare la figuraccia. L’1-1 va benissimo anche alla Thailandia che chiude addirittura al secondo posto, impensabile dopo la scoppola subita contro l’India. A passare in vantaggio sono stati gli Emirati Arabi al 7′ con Ahmed Mabkhout, mentre il definitivo pareggio thailandese è arrivato al 41′ grazie a Puangchan. Gli UAE affronteranno agli ottavi il Kirghizistan, mentre la Thailandia se la vedrà con la Cina

14/01 India 0-1 Bahrain 90’+1 Rashed

14/01 Emirati Arabi Uniti 1-1 Thailandia 7′ A. Mabkhout (UAE), 41′ Puangchan (T)

Classifica: Emirati Arabi Uniti 5, Thailandia 4, Bahrain 4India 3

GRUPPO B

Risultati immagini per Coppa delle nazioni asiatiche

Nel gruppo B, dopo una lunga lotta, l’Australia batte 3-2 al fotofinish la Siria e si guadagna il secondo posto che vuol dire qualificazione. I Socceroos, come già accaduto nella prima partita, soffrono più del previsto contro un avversario inferiore ma che ha saputo come fargli male. Inoltre, la Siria conosceva molto bene l’Australia, avendola messa in difficoltà anche nello spareggio per le qualificazioni ai Mondiali di Russia 2018, e non è stato facile per i Canguri venire a capo del match. L’Australia si è portata per ben due volte avanti con Mabil ed Ikonomidis, ma per due volte si è fatta raggiungere da Omar Kharbin ed Al Soma, migliori marcatori della Siria. Ci ha pensato Tom Rogic del Celtic in pieno recupero ad abbattere il muro siriano ed a mandare i suoi agli ottavi, dove troveranno l’Uzbekistan

Pur sicura di qualificazione e primato, la Giordania non fa sconti alla Palestina e con uno 0-0 rende impossibile la qualificazione dei secondi come miglior terza. La Giordania chiude così il suo gruppo non solo al primo posto, ma anche con zero gol subiti, cosa che non capitava dall’edizione del 2004 ed agli ottavi rappresentano sicuramente una insidia per chiunque. I giordani, infatti, non avranno nulla da perdere e giocheranno a mente sgombra, portandoli ad essere ancor più pericolosi. Agli ottavi, la Giordania affronterà il Vietnam, avendo la possibilità di arrivare addirittura ai quarti di finale.

15/01 Australia 3-2 Siria 41′ Mabil (A), 43′ O. Kharbin (S), 54′ Ikonomidis (A), 80′ Al Soma (S, rig.), 90’+3 Rogic (A)

15/01 Palestina 0-0 Siria

Classifica: Giordania 7, Australia 6, Palestina 2, Siria 1

GRUPPO C

Nel gruppo C storica vittoria del Kirghizistan che batte 3-1 le Filippine e passa come miglior terza. Dopo aver sfiorato la vittoria all’esordio, sfuggita anche e soprattutto per colpa del portiere Matjas, ed aver perso di misura alla seconda giornata, i kirghisi si sono riscattati con Lux che ha messo a segno una splendida tripletta che ora fa sognare il popolo kirghiso. Sul 3-0, c’è stato anche il tempo per il primo gol storico delle Filippine a dieci minuti dal termine con Schrock che ha dato comunque ai suoi tifosi un qualcosa per cui gioire, visto che la nazionale filippina ha chiuso con zero punti il proprio cammino. I kirghisi  nel prossimo turno affronteranno gli Emirati Arabi Uniti

A chiudere al primo posto del gruppo, invece, è la Corea del Sud che batte 2-0 una Cina orfana della stellina Wu Lei, out per infortunio e la cui presenza è in dubbio per il resto della competizione. Questa è stata anche la prima partita di Son Heung-Min con la sua nazionale dopo essere stato liberato dagli ultimi impegni dal Tottenham, ma la scena se la sono prese altri due giocatori, ovvero Hwang Ui-Jo e Kim Min-Jae. I due giocatori, uno decisivo nella prima sfida, l’altro decisivo nella seconda, hanno deciso di andare nuovamente a segno, stavolta nella stessa partita. L’attaccante del Gamba Osaka ha segnato su rigore al 14′, mentre il giovane difensore dello Jeonbuk ha segnato proprio su assist del giocatore degli Spurs. La Corea chiude così a punteggio pieno e con zero gol subiti, facendo intuire di voler puntare alla finale. Agli ottavi, la Corea se la vedrà col Bahrain, mentre alla Cina è toccata la Thailandia

16/01 Kirghizistan 3-1 Filippine 24′, 51′, 77′ Lux (K), 80′ Schrock (F)

16/01 Corea del Sud 2-0 Cina 14′ Hwang Ui-Jo, 51′ Kim Min-Jae

Classifica: Corea del Sud 9, Cina 6, Kirghizistan 3, Filippine 0

GRUPPO D

Risultati immagini per Vietnam 2-0 Yemen

Nel gruppo D, l’Iran chiude al primo posto nonostante l’arrivo a pari punti con l’Iraq dopo lo 0-0 nello scontro diretto per miglior differenza reti, visto che gli iraniani non hanno subito neanche una rete. Nel primo tempo, il dominio dell’Iran è netto, ma gli uomini di Queiroz non sfruttano le occasioni che hanno a disposizione, mentre il secondo tempo è più equilibrato e le occasioni latitano. Agli ottavi, l’Iran affronterà l’Oman, mentre l’Iraq sfiderà il Qatar.

Passa come miglior terza il Vietnam grazie alla vittoria per 2-0 sullo Yemen e ad una miglior condotta fairplay sul Libano. A mandare i vietnamiti agli ottavi, dove ad aspettarli ci sarà la Giordania, sono le reti di Nguyen Quang Hai nel primo tempo e di Que Ngoc Hai su rigore nel secondo tempo. Vietnam che ha meritato la vittoria, anche se lo Yemen avrebbe meritato quantomeno di segnare un gol, visto quanto creato soprattutto nel secondo tempo, dove è mancata concretezza.

16/01 Iran 0-0 Iraq

16/01 Vietnam 2-0 Yemen 38′ Nguyen Quang Hai, 64′ Que Ngoc Hai (rig.)

Classifica: Iran 7, Iraq 7, Vietnam 3, Yemen 0

GRUPPO E

Risultati immagini per Saudi Arabia 0-2 Qatar

Il gruppo E viene dominato dal Qatar che cala il tris nella terza giornata battendo anche l’Arabia Saudita per 2-0. La copertina se la prende lo stesso giocatore autore di quattro gol alla seconda giornata: Alì Almoez. Classe 1996, Almoez sta dimostrando tutte le sue qualità a soli 22 anni e con la doppietta messa a segno contro i sauditi è già a quota 7 gol, ad una rete dal record di Ali Daei, ex attaccante iraniano che segnò 8 gol in tutta la competizioni. Grazi ella sua doppietta, il Qatar si prende il primato ed agli ottavi affronterà l’Iraq. Per l’Arabia Saudita, invece, c’è il difficile scoglio Giappone da superare.

Nulla da fare invece per il Libano che ci mette davvero tanto cuore, travolge 4-1 una Corea del Nord pessima ed a tratti imbarazzante, ma non riesce ad approdare agli ottavi. Tutto questo a colpa della condotta fairplay, avendo un ammonito in più del Vietnam, squadra con il quale condivideva gli stessi punti e gli stessi gol fatti e subiti. Sono dunque inutili la doppietta di El Helwe ed i gol di Michel e Maatouk, resi vani dallo stupido giallo rimediato da Haidar dopo il 4-1 libanese.

17/01 Arabia Saudita 0-2 Qatar 45’+1, 80′ A. Almoez

17/01 Libano 4-1 Corea del Nord 9′ Pak Kwang-Ryong (C), 27′ Michel (L) 65′, 90’+8 El Helwe (L), 80′ Maatouk (L, rig.)

Classifica: Qatar 9, Arabia Saudita 6, Libano 3, Corea del Nord 0

GRUPPO E

Il Giappone agli ottavi se la vedrà con l’Arabia Saudita. Qui il racconto della vittoria per 2-1 sull’Uzbekistan.

Il terzo posto del gruppo che vale gli ottavi di finale se lo prende l’Oman che batte 3-1 il Turkmenistan e si regala la grande sfida contro l’Iran. A risolvere la partita sono le reti negli ultimi minuti di Al Ghasani e Al Musalami, dopo che il primo tempo si era chiuso sull’1-1 con il vantaggio omanita firmato in apertura da Kano e col pareggio turkomanno siglato da Annadurdyyew sul finire del primo tempo.

17/01 Giappone 2-1 Uzbekistan 40′ Shomurodov (U) 43′ Muto (G), 58′ Shiotani (G)

17/01 Oman 3-1 Turkmenistan 7′ Kano (O), 41′ Annadurdyyew (T), 84′ Al Ghasani (O), 90’+3 Al Musalami (O)

Classifica: Giappone 9, Uzbekistan 6, Oman 3, Turkmenistan 0

Programma ottavi di finale

Domenica 20 Gennaio

Giordania – Vietnam (ore 12:00)

Thailandia – Cina (ore 15:00)

Iran – Oman (ore 18:00)

Lunedì 21 Gennaio

Giappone – Arabia Saudita (ore 12:00)

Australia – Uzbekistan (ore 15:00)

Emirati Arabi Uniti – Kirghizistan (ore 18:00)

Martedì 22 Gennaio

Corea del Sud – Bahrain (ore 14:00)

Qatar – Iraq (ore 17:00)

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*