AFC Asian Cup UAE 2019, 1° giornata: Iran ed Arabia Saudita sul velluto, Corea del Sud e Giappone di misura. Male l’Australia – Jworld.it

AFC Asian Cup UAE 2019, 1° giornata: Iran ed Arabia Saudita sul velluto, Corea del Sud e Giappone di misura. Male l’Australia

Gli UAE di Zaccheroni deludono, l'India travolge la Thailandia. Vittoria importanti per Iraq, Cina ed Uzbekistan, pari tra Siria e Palestina, tutto facile per il Qatar

Si è conclusa la prima giornata di AFC Asian Cup UAE 2019 e le sorprese non sono di certo mancate a dimostrazione che in questa competizione non si può e non si deve sottovalutare nessuno. Vediamo com’è andata questa prima giornata in ogni gruppo

GRUPPO A

Risultati immagini per India 4-1 Thailandia

Nel gruppo A si gode un’inaspettato primato l’India che travolge 4-1 una Thailandia irriconoscibile e che, qualche ora dopo, esonererà il proprio tecnico Milovan Rajevac, venendo sostituito da Sirisak Yodyathai, allenatore in seconda, che resterà fino alla fine della competizione. Sul campo sembra essere una partita promettente visto che il primo tempo si chiude sull’1-1 con il botta e risposta firmato dal vantaggio indiano su rigore al 27′ con Chhetri ed al pareggio thailandese firmato dal giocatore del Muangthong United, quest’anno in prestito al Sanfrecce Hiroshima, Teerasil Dangda, ma nella ripresa tutto cambia. Il gol segnato dopo appena un giro di lancette da uno scatenato Chhetri (che diventa così il secondo miglior marcatore con la maglia di una nazionale dietro CR7, scombina i piani thailandesi. Il terzo gol che chiude la partita arriva al 68′ e porta la firma di Thapa, mentre il poker viene siglato da Lalpekhlua a dieci minuti dal termine.

Primo posto meritato, dunque, per l’India che comanda il gruppo da sola in virtù del pareggio dei padroni di casa degli Emirati Arabi Uniti che contro il Bahrein non vanno oltre l’1-1 rischiando di lasciarci le penne. Gli UAE non sono sembrati in forma nel cammino che ha preceduto la competizione ed anche nella gara inaugurale l’hanno dimostrato, con Zaccheroni che proprio non riesce a trovare la giusta quadratura alla sua squadra. Il compito di Zac è reso ancora più difficile dall’assenza della stella Omar Abdulrahman, infortunatosi nuovamente al ginocchio destro e costretto a dare forfait. A passare in vantaggio è il Bahrain al 78′ con Al Rohaimi, ma gli UAE riescono a salvare la faccia a due minuti dal termine grazie al rigore messo a segno con freddezza da Ahmed Khalil.

Emirati Arabi Uniti 1-1 Bahrein 78′ Al Rohaimi (B), 88′ A. Khalil (UAE, rig.)

India 4-1 Thailandia 27′, 46′ Chhetri (I), 33′ Dangda (T), 68′ Thapa (I), 80′ Lalpekhlua (I)

Classifica: India 3, Emirati Arabi Uniti 1, Bahrein 1, Thailandia 0

Prossima giornata: 10/01, Bahrein – Thailandia (ore 12:00), India – Emirati Arabi Uniti (ore 17:00)

GRUPPO B

Risultati immagini per Australia 0-1 Jordan

A prendersi la scena nel gruppo B è invece la Giordania che si regala un altro grande esordio dopo quello del 2011 quando fermarono sull’1-1 il Giappone, stavolta battendo 1-0 l’Australia campione in carica. I Socceroos non sono riusciti ad esprimere il loro solito gioco, colpa delle scelte del tecnico Graham Arnold che ha optato per un 4-2-3-1 di dubbia utilità dove non si sono mai visti Rogic Kruse, uomini chiave di questa nazionale. A dar la vittoria alla Giordania ci ha pensato Bani Yaseen al 26′ con un bello stacco di testa su corner che non ha lasciato scampo a Ryan. Il portiere australiano, sempre nel primo tempo, si riscatta però alla grande, respingendo sulla traversa una punizione pericolosa destinata all’inrcocio

Nell’altra sfida del gruppo B pareggio per 0-0 tra Siria e Palestina, coi secondi capaci di resistere negli ultimi venti minuti in inferiorità numerica a causa dell’espulsione per doppio giallo di Saleh. Pareggio abbastanza deludente quello della Siria che può vantare un un grande attaccante come Omar Kharbin, eletto miglior asiatico dell’anno nel 2017, e sul fiuto del gol di Al Soma ed invece non è riuscita ad approfittare della sconfitta degli australiani.

Australia 0-1 Giordania 26′ Bani Yaseen

Siria 0-0 Palestina

Classifica: Giordania 3, Siria 1, Palestina 1, Australia 0

Prossima partita: 10/01, Giordania – Siria (ore 14:30), 11/01, Palestina – Australia (ore 12:00)

GRUPPO C

Immagine correlata

Non lascia nulla al caso la Corea del Sud che nel gruppo C batte di misura 1-0 le Filippine allenate dallo storico Sven Goran Eriksson. Gli uomini allenati dallo svedese sono duri da superare e mettono in difficoltà quelli allenati dal portoghese Paulo Bento, avendo per ben due volte l’occasione di passare in vantaggio, non riuscendole a sfruttare. Per sbloccare il risultato, la Corea ci mette ben sessantasette minuti quando arriva lo zampino dell’attaccante del Gamba Osaka Hwang Ui-Jo sotto misura su imbeccata di Hwang Hee-Chan a beffare Falkesgaard. Nel finale, la Corea ha un’altra grossa occasione, ma stavolta il portiere filippino respinge il tentativo sudcoreano.

Rischia parecchio la Cina del nostro Marcello Lippi che contro il debuttante Kirghizistan evita la figuraccia. I ragazzi allenati da Krestinin iniziano la partita con grande entusiasmo e spaventano i cinesi che appaiono in evidente difficoltà. A tre minuti dalla fine, il Kirghizistan trova meritatamente il vantaggio con Israilov, chiudendo avanti la prima frazione. Nel secondo tempo, però, il nemico il Kirghizistan se lo trova in casa ed è il portiere Matjas che al 50′ combina una clamorosa papera e si butta il pallone in porta calcolando male la traiettoria. Il gol rovescia a livello psicologico la partita e la Cina riesce a disporsi meglio in campo, trovando il gol vittoria a dodici dal termine con Yu Dabao che sfrutta un’altra pessima uscita di Matjas e dà ai suoi tre punti pesanti.

Corea del Sud 1-0 Filippine 67′ Hwang Ui-Jo

Cina 2-1 Kirghizistan 42′ Israilov (K), 50′ Matjas (K, aut.), 78′ Yu Dabao (C)

Classifica: Cina 3, Corea del Sud 3, Kirghizistan 0, Filippine 0

Prossima partita: 11/01, Filippine – Cina (ore 14:30), Kirghizistan – Corea del Sud (ore 17:30)

GRUPPO D

Risultati immagini per Iran 5-0 Yemen

Chi ha offerto una prova scintillante in questa prima giornata è l’Iran che ha l’obiettivo di comandare il gruppo D dall’inizio alla fine. La banda di Carlos Queiroz prende molto sul serio il debuttante Yemen, forse anche troppo dato che stravince con un perentorio 5-0. A fine primo tempo, il tabellone recita già 3-0 e le firme sono di Taremi, a segno al 12′ ed al 25′, e di Dejagah al 23′,con la partita sostanzialmente già chiusa. Ad inizio ripresa Sardar Azmoun, attaccante del Rubin Kazan, mette a segno il gol che vale il poker iraniano che spegne qualsiasi tipo di velleità avversaria. Non contento, l’Iran arriva a segnare anche il quinto gol con Saman Ghoddos al 78′, non lasciando neanche le briciole allo Yemen che non dimenticherà presto questo debutto in Coppa d’Asia.

Più combattuta è l’altra sfida del gruppo tra Iraq Vietnam, con i primi vittoriosi solo nel finale per 3-2. Nonostante non sia una formazione di altissimo livello, quella vietnamita si dimostra comunque una selezione ostica da affrontare, tant’è che passa in vantaggio al 24′ con lo sfortunato autogol di Atiyah. La replica irachena è immediata ed al 35′ Alì rimette tutto in equilibrio, ma il Vietnam non ci sta e sul finire della prima frazione ritorna avanti con la rete di Nguyen Cong Phuong. Nella ripresa, l’Iraq cambia volto ed all’ora di gioco trova il pareggio con Tariq, rendendo l’ultima mezz’ora di gioco tutta da gustare. Allo scoccare del 90′, l’Iraq trova il gol vittoria e porta la firma di Alì Adnan, difensore dell’Atalanta in prestito dall’Udinese, che segna il 3-2 finale con una meravigliosa punizione dal limite.

Iran 5-0 Yemen 12′, 25′ Taremi, 23′ Dejagah, 53′ Azmoun, 78′ Ghoddos

Iraq 3-2 Vietnam 24′ Atiyah (V), 35′ Ali (I), 42′ Nguyen Cong Phuong (V), 60′ Tariq (I), 90′ A. Adnan (I)

Classifica: Iran 3, Iraq 3, Vietnam 0, Yemen 0

Prossima partita: 12/01, Vietnam – Iran (ore 12:00), Yemen – Iraq (ore 14:30)

GRUPPO E

Risultati immagini per Saudi Arabia 4-0 North Korea

Nessuna sorpresa nel gruppo E dove le due favorite per il passaggio del turno fanno il loro dovere. Partiamo dall’Arabia Saudita che ha travolto senza troppe difficoltà la Corea del Nord per 4-0. I sauditi si sono mostrati superiori sin da subito, sbloccando la partita al 28′ con Babhir e raddoppiando al 37′ con Al Fatil. La selezione saudita guidata dallo spagnolo Pizzi non sembra soffrire troppo l’assenza per infortunio di Al Faraj e giocano con semplicità e concretezza. Meno la Corea del Nord che resta in dieci prima della fine del primo per la sciocca espulsione rimediata dal giocatore del Perugia, ma in prestito dal Cagliari, Han Kwang-Song. La superiorità numerica aiuta i sauditi e non ne avrebbero affatto bisogno visto quando dimostrato nel primo tempo. Nella ripresa, comunque, la selezione araba segna altri due gol con Al Dawsari ed Al Muwallad, rendendo il passivo ancor più pesante.

Esordio positivo anche per il Qatar che batte 2-0 il Libano giocando un grande secondo tempo e soffrendo davvero poco. I qatarioti confermano di essere in gran condizione, cosa che avevano già fatto intravedere nelle ultime amichevoli dov’è arrivata anche una prestigiosissima vittoria contro la Svizzera. La partita si sblocca solamente nella ripresa quando al 65′ Al Rawi riesce finalmente a superare Khalil. Tredici minuti più tardi ci pensa Alì Almoez a sentenziare gli avversari segnando il secondo gol. Una vittoria tutta rossa quella del Qatar, visto che è andato a segno con due giocatori che appartengono all’Al Duhail, una delle migliori squadre del campionato qatariota.

Arabia Saudita 4-0 Corea del Nord 28′ Babhir, 37′ Al Fatil, 70′ Al Dawsari, 87′ Al Muwallad

Qatar 2-0 Libano 65′ Al Rawi, 78′ Alì Almoez

Classifica: Arabia Saudita 3, Qatar 3, Libano 0, Corea del Nord 0

Prossima partita: 12/01, Libano – Arabia Saudita (ore 17:00), 13/01 Corea del Nord – Qatar (ore 12:00)

GRUPPO F

Risultati immagini per Yūya Ōsako

Cliccate qui per il racconto della vittoria del Giappone sul Turkmenistan.

A far compagnia al Giappone in testa alla classifica del gruppo F c’è l’Uzbekistan che, seppur non offrendo una grande prestazione, dimostra la solita solidità difensiva e batte 2-1 l’Oman in una sfida molto importante in chiave secondo posto. La partita si sblocca al 34′ ed è il giocatore più rappresentativo dell’Uzbekistan a segnare, ovvero Odil Akhmedov, attualmente in Cina nello Shanghai SIPG. Dopo un primo tempo equilibrato, l’Oman inizia ad uscire fuori ed al 72′, dopo una buona pressione, trova il pareggio con Al Ghasani, entrato in campo solamente cinque minuti prima.Nel finale, tuttavia, l’Uzbekistan trova le forze per un ultimo assalto ed all’85’ va in gol con il giovane attaccante del Rostov Eldor Shomurodov che regala tre punti pesanti ai suoi.

Giappone 3-2 Turkmenistan 26′ Amanov (T), 56′, 60′ Osako (G), 71′ Doan (G), 78′ Atayev (T, rig.)

Uzbekistan 2-1 Oman 34′ Akhmedov (U), 72′ Al Ghasani (O), 85′ Shomurodov (U)

Classifica: Giappone 3, Uzbekistan 3, Turkmenistan 0, Oman 0

Prossima partita: 13/01, Oman – Giappone (ore 14:30), Turkmenistan – Uzbekistan (ore 17:00)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*