AFC Asian Cup UAE 2019, il Giappone vola agli ottavi di finale: Oman battuto 1-0 – Jworld.it

AFC Asian Cup UAE 2019, il Giappone vola agli ottavi di finale: Oman battuto 1-0

I Samurai Blue si riscattano a livello di prestazione rispetto alla sfida contro il Turkmenistan ed escono trionfanti dalla sfida contro l’Oman. Un Giappone che avrebbe potuto vincere con un risultato molto più largo e questo è che ciò si può imputare di negativo alla nazionale: l’aver segnato poco. Nelle partite che contano sarà importante segnare nelle occasioni che si avranno dato che davanti ci saranno avversari più forti della selezione omanita, pronti a sfruttare ogni minimo errore.

Ciò che invece va preso di positivo, oltre a risultato e qualificazione agli ottavi, è la prova difensiva che concede davvero zero all’Oman se non una sola occasione sullo 0-0. Bravo anche Moriyasu che continua sul 4-2-3-1 nonostante alcune critiche mosse dopo la prima giornata ed ha ragione ancora una volta. Da quando è sulla panchina l’ex Sanfrecce Hiroshima non ha ancora perso una partita, vincendole tutte e pareggiando solo contro il Venezuela, immergendosi perfettamente nella realtà della nazionale giapponese. Per quanto riguarda la partita, il Giappone si dimostra subito diverso rispetto alla sfida contro il Turkmenistan e dopo appena 2′ sfiora il vantaggio con Haraguchi che coglie la traversa dopo aver ricevuto palla da Doan, autore di una splendida cavalcata sulla sinistra.

All’8′, invece, inizia la sfida tra Minamino ed il portiere omanita Al Rushaidi, con il giocatore del Salisburgo che sbaglia tutto solo davanti alla porta, sparando centrale. Il duello si rinnova qualche minuto più tardi, ma stavolta Al Rushaidi viene graziato dalla pessima mira di Minamino che angola troppo il pallone dopo averlo ricevuto da uno splendido lancio di Tomiyasu. Attorno alla metà del primo tempo, il numero nove riceve ancora palla in area, calcia di nuovo centrale, Al Rushaidi respinge e sulla ribattuta Doan è sfortunato poiché un difensore omanita ci mette la faccia nel vero senso della parola. Al 26′, però, il Giappone riesce finalmente a sbloccare la partita: Minamino si ritrova ancora davanti alla porta, fallisce per l’ennesima volta e prima che Haraguchi possa fare qualcosa viene steso appena dentro l’area di rigore da Kano e l’arbitro Yacoob concede penalty: dal dischetto lo stesso giocatore dell’Hannover non sbaglia. Un vantaggio meritato quello dei Samurai Blue che al 20′ avevano rischiato la beffa con il tiro di Al Ghasani terminato a fil di palo dopo che il numero sedici aveva superato Gonda.

Il primo tempo si chiude con molte proteste con l’Oman che chiede un rigore per tocco di mano di Nagatomo, ma l’arbitro malese giudica involontario il tutto. Nella ripresa il Giappone cambia completamente approccio, ragionando di più ed attaccando di meno, mentre l’Oman non riesce a sfondare nella difesa nipponica che sembra impenetrabile. Ne fuoriesce dunque una ripresa piuttosto bloccata ed anche abbastanza noiosa, dove non ci sono occasioni né da una parte né dall’altra. Entrambi gli allenatori fanno dei cambi con Moriyasu che manda in campo Muto e Ito, mentre Verbeek manda in campo il meglio del suo potenziale offensivo inserendo Al Hajiri ed Al Ghassani, ma nulla cambia. Al 90′ esatto sono i Samurai Blue a farsi vedere con una bella galoppata di Ito in campo aperto chiusa da una conclusione che Al Rushaidi è costretto a mettere in angolo.

Dopo due minuti di recupero, la partita si conclude ed il Giappone può festeggiare la qualificazione agli ottavi con un turno di anticipo. Contro l’Uzbekistan, dunque, i Samurai Blue potranno giocarsela per il primo posto del gruppo, solo a patto che gli uzbeki vincano il loro match contro il Turkmenistan, altrimenti sarà primato automatico già da stasera.

TABELLINO DELLA GARA

Oman 0-1 Giappone 28′ Haraguchi (rig.)

OMAN (4-2-3-1): Al Rushaidi; Al Mukhaini,  Al Braiki, Al Musalami, Al Busaidi; Al Saadi, Kano; Al Yahmadi, Al Ghasani (dal 77′ Al Hajiri), Saleh; Al Yahyaei (dal 67′ Al Ghassani). All. P. Verbeek

GIAPPONE (4-2-3-1): Gonda; Sakai, Tomiyasu, Yoshida, Nagatomo; Endo, Shibasaki; Doan (dall’84’ Ito), Minamino, Haraguchi; Kitagawa (dal 57′ Muto). All. M. Moriyasu

MVP: Genki Haraguchi

Arbitro: Mohd Yacoob (Malesia)

Ammoniti: Kano (O), Doan (G), Saleh (O), Minamino (G), Al Mukhaini (O)

Espulsi: –

Stadio: Zayed Sports City Stadium (Adu Dhabi)

 

1 Trackback & Pingback

  1. AFC Asian Cup UAE 2019, 2° giornata: – Jworld.it

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*