Meiji Yasuda J2 League, 8° giornata: l’Okayama riparte, l’Oita mette la quarta. L’Omiya sbaglia ancora, bene Kanazawa e Kumamoto – Jworld.it

Meiji Yasuda J2 League, 8° giornata: l’Okayama riparte, l’Oita mette la quarta. L’Omiya sbaglia ancora, bene Kanazawa e Kumamoto

L’ottava giornata di Meiji Yasuda J2 League non ha portato a grossi cambiamenti nella classifica, visti i tanti pareggi che hanno condizionato tutto il turno, dove ci sono state solo cinque vittorie.

In testa alla classifica è rimasto il Fagiano Okayama che, dopo la sconfitta contro l’Ehime, si è rifatto subito andando a vincere in casa dell’Albirex Niigata per 1-0. Le due squadre si equivalgono e le occasioni non mancano e solo un calcio di rigore concesso per un fallo di Isomura e trasformato da Saito, permette al Fagiano di portare a casa tre punti pesanti e di rallentare ancora una volta la corsa alla promozione del Niigata che continua a vivere un inizio di stagione complicato.

Alle spalle dell’Okayama non molla l’Oita Trinita che vince sul campo del Kyoto Sanga per 1-0 ed infila la quarta vittoria consecutiva. I viola riescono a reggere l’urto dei biancoblu soltanto nel primo tempo, ma nella ripresa, l’Oita domina e, nonostante le occasioni per segnare non siano clamorose, dimostra una superiorità netta. La partita si sblocca soltanto negli istanti finali quando, all’88’ Kiyomoto realizza la rete che vale tre punti molto pesanti.

Continua a deludere l’Omiya Ardija dell’ex Kashima Masatada Ishii che crolla 2-1 sul campo di una Renofa Yamaguchi in salute, che infila la seconda vittoria consecutiva e si porta al terzo posto in classifica. Le reti di Onaiwu e di Onose segnate ad inizio e a fine gara inguaiano gli Scoiattoli che si ritrovano così al quintultimo posto e con un Mateus in meno per il prossimo turno, essendo stato espulso per doppia ammonizione. Un’assenza, quella del brasiliano, che si farà molto sentire dato che proprio il numero sedici aveva siglato a metà primo tempo la rete del pareggio.

Seconda vittoria consecutiva per lo Zweigen Kanazawa che si porta a ridosso della zona play-off battendo 3-1 lo JEF United Chiba. Tutta la partita è condizionata dalle pessime condizioni meteo dove acqua mista a neve complica non poco le cose alle due formazioni nel primo tempo tant’è che di occasioni non se ne vedono. Nella ripresa c’è un po’ più di visibilità, anche se la pioggia continua a battere insistente e finalmente arrivano anche i gol. Dopo essere passato avanti con Funyama sessanta secondi dopo l’inizio della ripresa, il Chiba lascia la concentrazione per strada ed in due minuti il Kanazawa ribalta il risultato con l’uno-due firmato KakitaKiyohara. A dodici minuti dal termine, il Kanazawa chiude ogni discorso con la rete di Rodrigo Maranhao e spedisce il Chiba al quartultimo posto.

Ottimo punto quello conquistato dal Roasso Kumamoto che pareggia 2-2 sul campo del Machida Zelvia, trasferta per nulla facile in questo periodo. I Cavalli Rampanti giocano una bella partita e passano in vantaggio a metà primo tempo con il solito An Byong-Jun, autore di un inizio di stagione da incorniciare ed anche il gol è da rivedere: stop di petto a superare il portiere e pallonetto al difensore prima che il pallone possa toccare terra. Il Machida, però, non ci sta e trova il pari nella ripresa con Fukatsu al 73′, salvo poi tornare sotto tre minuti più tardi per effetto della rete di Minagawa. Il Kumamoto crede troppo presto di aver già ottenuto una vittoria molto pesante ed in pieno recupero arriva la rete di Babunski che fa sorridere solo a metà i Cavalli Rampanti che restano comunque in zona play-off.

Vittoria importante per il Montedio Yamagata che vince 2-0 in casa dell’Ehime e torna a respirare, balzando al quattordicesimo posto con nove punti. A decidere la sfida le reti Kitagawa Nakayama nei primi e negli ultimi cinque minuti di gioco. Sconfitta un po’ troppo severa per l’Ehime che avrebbe meritato quantomeno di segnare un gol.

L’altro 2-2 di giornata arriva dalla sfida tra Yokohama Avispa Fukuoka, con gli ospiti che prima ribaltano la rete iniziale di Leandro Domingues con Morimoto ed Ishizu tra il primo ed il secondo tempo e poi si fanno raggiungere ad un minuto dal 90′ dalla rete di Kawasaki. Ben tre sono gli 1-1: il primo arriva da Tochigi nel match tra i padroni di casa dell’omonima prefettura ed il Tokushima Vortis, il secondo da Kofu nella sfida tra Ventforet Mito Hollyhock e l’ultimo da Matsumoto, nella gara tra Yamaga Kamatamare, mentre l’unico 0-0 è tra Tokyo Verdy Gifu, con i padroni di casa che infilano il quarto pareggio in cinque partite, rimanendo l’unica squadra ancora imbattuta assieme al Machida.

MEIJI YASUDA J2 LEAGUE – 8.A GIORNATA

Sabato 7 Aprile

Ventforet Kofu 1-1 Mito Hollyhock 7′ Junior Barros (K), 48′ Jefferson

Tokyo Verdy 0-0 FC Gifu

Renofa Yamaguchi 2-1 Omiya Ardija 2′ Onaiwu (Y), 25′ Mateus (O), 84′ Onose (Y)

Kyoto Sanga FC 0-1 Oita Trinita 88′ Kiyomoto

Domenica 8 Aprile

Yokohama FC 2-2 Avispa Fukuoka 12′ L. Domingues (Y), 30′ Morimoto (F), 59′ Ishizu (F), 89′ Kawasaki (Y)

Matsumoto Yamaga 1-1 Kamatamare Sanuki 13′ Takasaki (M), 88′ Morikawa (K)

SC Tochigi 1-1 Tokushima Vortis 33′ Izutsu (V), 87′ Nishiya

Machida Zelvia 2-2 Roasso Kumamoto 24′ An Byong-Jun (K), 73′ Fuktasu (M), 76′ Minagawa (K), 90’+4 Babunski (M)

Zweigen Kanazawa 3-1 JEF United Chiba 46′ Funayama (C), 57′ Kakita (K), 58′ Kiyohara (K), 78′ R. Maranhao (K)

Ehima FC 0-2 Montedio Yamagata 5′ Kitagawa, 85′ Nakayama

Albirex Niigata 0-1 Fagiano Okayama 71′ Saito (rig.)

Classifica

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*