Meiji Yasuda J1 League, 6° giornata: Hiroshima inarrestabile, deludono Kawasaki e Kashima. Nagoya, che crollo! – Jworld.it

Meiji Yasuda J1 League, 6° giornata: Hiroshima inarrestabile, deludono Kawasaki e Kashima. Nagoya, che crollo!

Prima vittoria per Otsuki sulla panchina dell'Urawa, la Tokyo sbrana il Nagasaki. Il Kobe inguaia il Gamba Osaka, seconda vittoria per il Cerezo, pareggio a reti inviolate tra Iwata e Shimizu S-Pulse

Dopo la sesta giornata di Meiji Yasuda J1 League, il Sanfrecce Hiroshima ha consolidato il primato in classifica, portandosi a +5 su Kawasaki Frontale Vegalta Sendai che hanno rallentato.

I viola continuano a sorprendere e dopo aver vinto a Kashima e Kawasaki, vincono anche sul campo del Kashiwa Reysol per 1-0, mettendo in mostra la consueta rocciosità difensiva (un solo gol in queste prime sei giornate), concedendo poco al Kashiwa. A decidere la partita è un gol di Sasaki al 17′, lasciato solo in area su un cross dalla destra. I gialloneri, inoltre, non approfittano nemmeno del rigore arrivato al 75′, con Cristiano che lo sbaglia e condanna i suoi alla sconfitta.

Il Kawasaki, invece, non riesce a riprendersi dalla sconfitta subita contro i viola ed al Nissan Stadium di Yokohama arriva quantomeno un punto contro lo Yokohama F.Marinos che, dopo essere partito a rallentatore, sta trovando i giusti automatismi. La partita è equilibrata e le occasioni non mancano, con l’equilibrio che si spezza al 58′ a favore dei nerazzurri che vanno avanti con Ienaga. Tuttavia, il Kawasaki stacca troppo presto la spina e tre minuti dopo lo Yokohama pareggia con Nakazawa che gela l’entusiasmo dei tanti tifosi del Kawasaki arrivati al Nissan. Un pareggio più utile ai padroni di casa che salgono così ad otto punti, scalando due posizioni in classifica.

Continua ad essere negativa la stagione del Kashima Antlers che perde 2-1 in casa dello Shonan Bellmare. Gli Antlers continuano a palesare problemi offensivi (tre gol segnati in sei partite) e non aiuta nemmeno il fatto che si continua a regalare gol come non ci fosse un domani. Al 5′, infatti, lo Shonan passa avanti ma solo grazie al clamoroso autogol di testa di Inukai che stacca benissimo in tuffo, ma nella porta sbagliata. Il Kashima non soffre la rete psicologicamente e rimette a posto le cose Suzuki due minuti più tardi. Nella ripresa, gli Antlers attaccano alla ricerca del gol vittoria che, però, viene trovato al 94′ dallo Shonan con Yamane che infligge una nuova, dura sconfitta agli ospiti.

Crolla il Nagoya Grampus che al Sapporo Dome viene travolto per 3-0 dal Consadole Sapporo che gioca per la prima volta 90′ perfetti, anche a causa della sterilità offensiva degli ospiti. Il Nagoya soffre, e tanto, la velocità e l’imprevedibilità di Gabriel Xavier, assente a causa del ritorno del dolore alla caviglia patito nella partita precedente e chiude il primo tempo sotto soltanto di 1-0, visto il dominio del Sapporo, per effetto della rete di Shindo. Nella ripresa, una bella rovesciata di Tokura ed il goffo autogol di Kushibiki chiudono la partita, con il Nagoya che infila la terza sconfitta consecutiva ed è quartultimo, mentre il Sapporo respira.

Al Saitama Stadium è arrivata finalmente la prima vittoria per l’Urawa Red Diamonds, la prima anche dell’era Otsuki, ai danni del Vegalta Sendai. La partita termina 1-0 e viene decisa dal gol dell’intramontabile Shinzo Koroki ad inizio gara, con lUrawa che riesce a rimanere in vantaggio fino al termine della gara, soffrendo un po’ troppo nella ripresa. La vittoria può essere molto importante per il morale della squadra di Otsuki, soprattutto perché ha battuto un avversario molto tosto e che era ancora imbattuto. Stesso risultato ottenuto dal Vissel Kobe che vince all’ultimo in casa di un Gamba Osaka sempre più ultimo, con la panchina di Culpi che inizia a scottare. Decisivo il gol di Shuhei Otsuki al 95′.

Non ha pietà la Tokyo che travolge 5-2 la matricola V-Varen Nagasaki che crolla al penultimo posto. Mattatore dell’incontro Diego Oliveira con una gran tripletta, mentre sono di Higashi Nagai le altre due reti. Per il Nagasaki, invece, a segno Nakamura Nakahara che hanno tentato, inutilmente, di riaprire il discorso. Da rivedere la fase difensiva di entrambe le squadre che hanno concesso gol con errori molto banali.

Seconda vittoria consecutiva per il Cerezo Osaka che batte 2-1 il Sagan Tosu e si riavvicina alle zone alte di una classifica molto corta. Cerezo che si porta in vantaggio al 27′ con Kakitani dopo il palo colpito da Sugimoto qualche minuto prima in un primo tempo tutt’altro che esaltante. La ripresa è molto più godibile ed è ancora il Cerezo Osaka a segnare con un gollonzo di Maruhashi, in rete direttamente da corner. Il Sagan tenta di riaprire i giochi con Jo Dong-Geon ma stavolta non c’è la rimonta cercata ed ottenuta la scorsa settimana contro il Nagoya.

L’unico 0-0 di giornata arriva da Iwata dove lo Jubilo e lo Shimizu S-Pulse hanno dato vita ad un match molto combattuto ed equilibrato, con il pareggio che è sembrato il risultato più giusto.

MEIJI YASUDA J1 LEAGUE – 6.A GIORNATA

Sabato 7 Aprile

Consadole Sapporo 3-0 Nagoya Grampus 26′ Shindo, 69′ Tokura 73′ Kushibiki (aut.)

Jubilo Iwata 0-0 Shimizu S-Pulse

Cerezo Osaka 2-1 Sagan Tosu 27′ Kakitani (C), 55′ Maruhashi (C), 77′ Jo Dong-Geon (T)

Urawa Red Diamonds 1-0 Vegalta Sendai 5′ Koroki

Shonan Bellmare 2-1 Kashima Antlers 5′ Inukai (S, aut.), 7′ Suzuki (K), 90’+4 Yamane (S)

Domenica 8 Aprile

V-Varen Nagasaki 2-5 FC Tokyo 4′, 50′ (rig.), 56′ Diego Oliveira (T), 15′ Higashi (T), 24′ Nakamura (N), 40′ Nagai (T), 53′ Nakahara (N)

Kashiwa Reysol 0-1 Sanfrecce Hiroshima 17′ Sasaki

Gamba Osaka 0-1 Vissel Kobe 90’+5 Otsuki

Yokohama F. Marinos 1-1 Kawasaki Frontale 58′ Ienaga (K), 61′ Nakazawa

Classifica

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*