AFC Champions League, la quinta giornata dei gruppi G e H: il Kashima Antlers rimonta in Cina e va agli ottavi, il Cerezo si rimette in corsa – Jworld.it

AFC Champions League, la quinta giornata dei gruppi G e H: il Kashima Antlers rimonta in Cina e va agli ottavi, il Cerezo si rimette in corsa

Il pareggio con lo Shenhua manda gli Antlers agli ottavi, il Cerezo si gioca la qualificazione in Cina. Il Sydney travolge il Suwon, altro stop per il Guangzhou

Oggi è iniziata la quinta giornata di AFC Champions League anche per quel che riguarda la East Zone e le squadre giapponesi. Una quinta giornata che inizia certamente in modo molto positivo.

Nel gruppo G, il Cerezo Osaka ha ottenuto una vittoria importantissima sul suo campo battendo 2-1 lo Jeju United, eliminando i coreani che lo scorso anno avevano fatto tanto penare l’Urawa Red Diamonds e portandosi al secondo posto. Dopo aver trovato la prima vittoria in J-League, i rosa blu si sono ripetuti e, dopo un buon inizio, hanno sbloccato il match al 16′ con un gran sinistro in caduta di Katayama su corner dalla sinistra di Tanaka, con il pallone che impatta prima sulla traversa e poi varca la linea di porta. Al 34′, i giapponesi raddoppiano con Kakitani servito davanti alla porta da un gesto di altruismo di Yamamura che, anziché andare al tiro, fa segnare il compagno. Il gol arriva in un momento importante, poiché lo Jeju stava spingendo molto e Kim Jin-Hyeon si era opposto alla grande a due conclusioni avversarie molto insidiose. Nel secondo tempo, il Cerezo riesce a tenere botta e subisce solo il gol della bandiera nel primo dei quattro minuti di recupero per effetto del colpo di testa di Jin Seong-Uk ma riesce comunque a portare a casa i tre punti.

Il Cerezo dovrà sudarsi la qualificazione fino in fondo, dato che affronterà un Guangzhou voglioso di mantenere il primato dopo il pareggio di oggi contro il Buriram United. I thailandesi si sono dimostrati squadra davvero ostica e, dopo aver fermato gli uomini di Cannavaro all’andata, sono riusciti nuovamente nell’impresa, restando imbattuti contro le due favorite, perdendo soltanto contro lo Jeju. Come all’andata, il Guangzhou domina e riesce a trovare il vantaggio al 20′ grazie al sinistro di Zheng Long deviato in modo decisivo per ben due volte, spiazzando Tedsungnoen. Il portiere thailandese si rende protagonista di una grande parata al 41′ quando manda sul palo il potente sinistro di Goulart, salvando i suoi da un 2-0 che avrebbe chiuso i giochi. Nella ripresa, il Buriram esce fuori e cerca di sfruttare la stanchezza dei cinesi che hanno spinto tanto nel primo tempo e sono certamente più pericolosi, sfiorando più volte il pareggio con l’uomo più pericoloso, Diogo, ma il Guangzhou riesce a salvarsi. I cinesi, al 90′, hanno la chance di chiudere definitivamente la partita ma, dopo aver superato Tedsungnoen, Goulart si addormenta e non riesce a segnare a porta vuota, venendo murato da un grande intervento in scivolata di Weerawatnodom. Gol sbagliato, gol subito e la tenacia dei thailandesi viene premiata in pieno recupero quando il difensore Yoo Jun-Soo viene messo davanti a Zeng Cheng e lo fredda con un gran sinistro che non gli lascia scampo. Grazie a questo gol, il Buriram resta in corsa e, con una vittoria all’ultima giornata contro lo Jeju, deve sperare o che il Guangzhou vinca contro il Cerezo o che i giapponesi battano i cinesi per 1-0. Quest’ultima ipotesi è plausibile solo nel caso in cui il Buriram riuscisse a battere lo Jeju per 3-0, non subendo alcun gol.

Nel gruppo H, invece, evita grossi rischi il Kashima Antlers che rimonta un 2-0 in casa dello Shanghai Shenhua, pareggiando 2-2 ed assicurandosi il passaggio agli ottavi di finale, rendendo una mera formalità l’ultima giornata, utile solo per decidere il primato. Consapevole di aver solo un risultato a disposizione, lo Shenhua parte forte e trova il vantaggio al 13′ grazie al rigore messo a segno da Moreno. Il Kashima Antlers sbanda pericolosamente nel primo tempo e non riesce a produrre una reazione degna di questo nome, subendo anche la seconda rete al 28′, quando Mao Jianqing stacca perfettamente di testa sul corner battuto da Guarin. I cinesi continuano a spingere alla ricerca del 3-0, ma i giapponesi riescono a restare a galla fino alla fine del primo tempo. Nella ripresa è tutt’altro Kashima che ha a disposizione anche un Kanazaki in più, entrato a pochi minuti dalla fine della prima frazione per l’infortunio accorso a Pedro Junior. Al 58′ gli Antlers riaprono la contesa grazie alla rete di Suzuki che si trova fortuitamente sulla traiettoria della conclusione deviata di Leo Silva. Ravvivati dal gol, i giapponesi iniziano a mettere in seria difficoltà i cinesi e dopo cinque minuti arriva il pareggio firmato Leandro che con una gran botta di destro piega le mani Li Shuai, non perfetto nell’occasione, sfruttando al meglio il cross morbido di Suzuki. Il Kashima tenta anche di vincere la partita, ma il risultato non cambierà.

Nell’altra sfida del gruppo H, clamoroso tonfo interno del Suwon Bluewings che viene travolto per 4-1 dal Sydney, con gli australiani che tornano in corsa per la qualificazione, portandosi a -2 dai coreani. La partita si incendia tra il 23′ ed il 24′: prima il Sydney si porta avanti con uno splendido pallonetto di Ninkovic che sfrutta il pessimo posizionamento di Shin Hwa-Yong, poi il Suwon pareggia sessanta secondi dopo con Damjanovic che infila il pallone in porta di destro dopo un flipper in area. Sette minuti più tardi, gli australiani si portano nuovamente avanti con il colpo di testa di Brosque, ma ancora una volta lascia a desiderare il posizionamento di Shin Hwa-Yong che lascia troppo scoperto l’angolo sul primo palo. Nella ripresa, il Suwon attacca a testa bassa ma a trovare altri due gol è il Sydney che prima chiude la sfida al 79′ con Mierzejewski che si presenta davanti a Shin Hwa-Yong, lo supera e lo batte senza problemi e poi Bobo arrotonda il risultato nel recupero battendo ancora una volta a tu per tu il povero portiere coreano.

Gruppo G

Cerezo Osaka (Jpn) 2-1 Jeju United (Kor) 16′ Katayama (C), 34′ Kakitani (C), 90’+2 Jin Seong-Uk

Buriram United (Tha) 1-1 Guangzhou Evergrande (Chn) 20′ Zheng Long (G), 90’+2 Yoo Jun-Soo (B)

Classifica: Guangzhou 9, Cerezo Osaka 8, Buriram United 6, Jeju United 3

Gruppo H

Suwon Bluewings (Kor) 1-4 Sydney FC (Aus) 23′ Ninkovic (S), 24′ Damjanovic (SB), 31′ Brosque (S), 79′ Mierzejewski (S), 90’+1 Bobo (S)

Shanghai Shenhua (Chn) 2-2 Kashima Antlers (Jpn) 13′ Moreno (S, rig.), 28′ Mao Jianqing (S), 58′ Suzuki (K), 64′ Leandro (K)

Classifica: Kashima 9, Suwon 7, Sydney 5, Shenhua 4

In grassetto: qualificata agli ottavi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*