AFC Champions League, la quinta giornata dei gruppi C e D – Jworld.it

AFC Champions League, la quinta giornata dei gruppi C e D

Al Sadd e Persepolis volano ai quarti, l'Al Ain elimina l'Al Hilal e si giocherà la qualificazione in Qatar. L'Esteghlal batte l'Al Rayyan e stacca il pass per gli ottavi

Oggi scenderanno in campo le squadre giapponesi, ma la quinta e penultima giornata di AFC Champions League si è aperta ieri con le partite dei gruppi C e D

Nel gruppo C si sono già chiusi i giochi per quanto riguarda il discorso qualificazione. Con la vittoria per 2-1 sull’Al Wasl, l’Al Sadd di Xavi si è qualificato agli ottavi di finale della competizione. Decisiva la doppietta di Bounedjah, con l’algerino che ha sbloccato il match al 9′, approfittando di un passaggio all’indietro da censura di Abdulrahman e battendo Abdulla senza problemi. Al 53′, il numero 11 ha chiuso la di fatto la contesa con un colpo di tacco sul cross basso di Afif. Gli emiratini hanno siglato il gol della bandiera con Caio Canedo nel recupero ma ciò che resta è la quinta sconfitta in altrettante partite per una AFC Champions League davvero da incubo.

Nell’altra partita del gruppo C, invece, pareggio ininfluente in terra uzbeka per il Persepolis contro il Nasaf Qarshi. Gli iraniani hanno pareggiato 0-0, ma hanno avuto molte occasioni per andare in gol, non sfruttandole. Tuttavia, il punto permette al Persepolis di mantenere i tre punti di distacco dal Nasaf Qarshi ma, con lo scontro diretto a favore e con una differenza reti migliore, diventano quattro e ciò permette agli iraniani di volare al turno successivo.

Nel gruppo D, invece, saluta anzitempo la competizione la finalista della passata stagione, l’Al Hilal che perde 2-1 in casa dell’Al Ain. Con le possibilità di qualificazione molto basse e con lo scontro diretto per il titolo di campione d’Arabia Saudita tra pochi giorni contro l’Al Ahli, i sauditi sono scesi in campo con una formazione abbastanza sperimentale, con gente del calibro di Otayf Hawsawi in panchina e con Omar Kharbin non convocato a causa di un infortunio e la sconfitta non è totalmente una sorpresa. Nonostante ciò, l’Al Hilal è passato addirittura in vantaggio al 7′ con la punizione siglata da Al Burayk, complice un pessimo intervento di Eissa, ma l’Al Ain ha ribaltato il match segnando due dei tre rigori concessi dall’arbitro Ma Ning negli ultimi venti minuti del primo tempo: prima Omar Abdulrahman ha sbagliato il suo e poi Marcus Berg ha realizzato la sua doppietta personale dal dischetto al 40′ e nel secondo minuto di recupero. La ripresa è stata un monologo degli emiratini che hanno sfiorato più volte il colpo del KO ed alla fine sono rimasti anche in 10 per l’espulsione di Mohamed Abdulrahman che non sarà presente nella decisiva trasferta in Qatar.

Vola agli ottavi l’Esteghlal che batte 2-0 l’Al Rayyan e costringe i qatarioti a dover per forza di cose vincere contro l’Al Ain se vogliono passare il turno. In un Azadi Stadium infuocato come al solito, gli iraniani passano subito in vantaggio al 4′ grazie a Djeparov che mette a sedere un avversario sul cross di Esmaili e calcia in porta, con il pallone che viene allontanato dalla difesa soltanto dopo che questi aveva già varcato la linea di porta. L’Al Rayyan prova a reagire la sue conclusioni sono delle telefonate per Hosseini e, nella ripresa, l’Esteghlal chiude il match al 55′ con il rigore conquistato da Shojaeian e messo a segno da Ghafoori.

Gruppo C

Nasaf Qarshi (Uzb) 0-0 Persepolis (Irn)

Al Sadd (Qat) 2-1 Al Wasl (Uae) 9′, 53′ Bounedjah

Classifica: Al Sadd 12, Persepolis 10, Nasaf Qarshi 7, Al Wasl 0

Gruppo D

Al Ain (Uae) 2-1 Al Hilal (Ksa) 7′ Al Burayk (H), 40′ (rig.), 45’+2 (rig.) Berg (A)

Esteghlal FC (Irn) 2-0 Al Rayyan (Qat) 4′ Djeparov, 58′ Ghafoori

Classifica: Esteghlal 9, Al Ain 7, Al Rayyan 6, Al Hilal 2

In grassetto: qualificate agli ottavi di finale

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*