Road to Qatar 2022 & China 2023, Giappone senza pietà contro la Mongolia: finisce 6-0 al Saitama Stadium – Jworld.it

Road to Qatar 2022 & China 2023, Giappone senza pietà contro la Mongolia: finisce 6-0 al Saitama Stadium

Show dei Samurai Blue che non lasciano nemmeno le briciole ad un avversario mai in partita

La prima partita ufficiale al Saitama Stadium non poteva andare meglio per il Giappone di Moriyasu che regola con un 6-0 la povera Mongolia. I Samurai Blue, come contro la Birmania, entrano in campo con il giusto atteggiamento e riescono a chiudere la pratica già nel primo tempo, giocando una gran partita. La differenza dei valori era troppo grande in campo ed il 6-0 sta addirittura stretto al Giappone che avrebbe meritato un risultato ancor più netto.

Per la prima volta con Moriyasu in panchina, il Giappone è riuscito finalmente a fare una goleada, cosa mai capitata finora anche per le tante occasioni sciupate contro altri avversari modesti. A onor del vero, anche oggi il Giappone ha sbagliato molti gol, ma solamente dopo aver segnato quattro gol e la cosa diventa più comprensibile. I Samurai Blue dominano dall’inizio alla fine e la Mongolia non solo non riesce a tirare in porta, ma raramente riesce a superare la propria metà campo.

Dopo aver sfiorato il gol in un paio di occasioni, lo show del Giappone comincia al 22′ con Minamino che sblocca la partita con un colpo di testa preciso all’angolino su assist perfetto di Junya Ito. Il giocatore del Genk, assieme a quello del Salisburgo, è in gran forma e lo ha dimostrato con una partita fantastica sulla corsia di destra. Passano sette minuti ed il Giappone raddoppia: corner di Nakajima dalla sinistra, Endo colpisce di testa, la palla viene respinta ed al volo Sakai tira di destro, con la conclusione debole che diviene un appoggio per  Yoshida che da due passi insacca.

L'immagine può contenere: 2 persone, persone che praticano sport e spazio all'aperto
Takumi Minamino esulta con la mano sul petto dopo aver segnato l’1-0

La Mongolia sbanda ed il Giappone ne approfitta al 33′ per calare il tris con Yuto Nagatomo che deve solo appoggiare in rete sul cross di Ito, arrivato dopo una bella combinazione con Minamino. Per il giocatore del Galatasaray ed ex Inter quarto gol in nazionale in 120 partite, a -2 presenze da Masami Ihara che occupa il secondo posto nella classifica dei giocatori con più presenze (primo Yasuhito Endo con 152). Prima della fine del primo tempo, Nagai firma il poker colpendo di testa ancora su cross di uno scatenato Ito, man of the match quest’oggi.

Nella ripresa, il copione della partita è identico a quello del primo tempo con il Giappone che non accenna a fermarsi e che si divora la quinta rete con Minamino ad inizio ripresa, con un suo tentativo un po’ troppo debole fermato sulla linea. Il 5-0 è solo questione di tempo e si materializza al 57 ed è ancora con un colpo di testa da corner con Endo che colpisce su corner di Nakajima, becca Sakai in pieno, ma la deviazione del giocatore del Marsiglia è decisiva.

I Samurai Blue continuano a giocare al massimo per i tanti tifosi accorsi al Saitama Stadium ed è Tomiyasu ad andare vicino al 6-0, ma il suo colpo di testa viene respinto da Ariunbold. Sesto gol che viene, invece, trovato da Kamada all’82’ che si avventa sulla respinta del portiere mongolo dopo la botta di Endo e insacca in modo agevole in porta. Nel finale il Giappone va vicinissimo al 7-0 con Nakajima, ma Ariunbold stavolta dice no e respinge, con Ito che sula ribattuta spara sull’esterno della rete.

L’unica nota stonata di questa vittoria è l’infortunio accorso in pieno recupero a Tomiyasu che ha accusato un problema muscolare alla coscia sinistra dopo un salto in un contrasto. Può comunque sorridere Moriyasu che continua a vedere una squadra in crescita e martedì contro il Tagikistan vorrà di certo prendersi la testa della classifica. Contro quest’ultimo, molto probabilmente, ci sarà una chance per Doan Kubo, rimasti in panchina quest’oggi.

TABELLINO

Giappone 6-0 Mongolia (22′ Minamino, 29′ Yoshida, 33′ Nagatomo, 40′ Nagai, 57′ Sakai, 82′ Kamada)

GIAPPONE (4-2-3-1): Gonda; Sakai (dal 58′ Anzai), Tomiyasu, Yoshida, Nagatomo; Shibasaki, Endo; Ito, Nakajima, Minamino (dal 61′ Kamada); Nagai (dal 70′ Haraguchi). CT: Hajime Moriyasu

MONGOLIA (4-4-2): Ariunbold; Turbat, Duiguun, Narmandakh, Davaajav; Bilguun, Tsedenbal, Tsend-Ayush, Batbold (dal 78′ Maratkahn); Enkhbileg (dal 70′ Naranbold), Mijiddorj (dall’87’ Sundorj). CT: Michael Weiss

MVP: Junya Ito

Arbitro: Chae Sang-Hyeo (Corea del Sud)

Ammoniti: –

Espulsi: –

Stadio: Saitama Stadium 2002

Spettatori: 43.122

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*