Takumi Minamino, la stella dei Samurai Blue che sta incantando l’Europa – Jworld.it

Takumi Minamino, la stella dei Samurai Blue che sta incantando l’Europa

Dalla tripletta dello scorso anno al gol ad Anfield. Per l'esterno d'attacco è giunto il momento del grande salto

Mercoledì 2 ottobre 2019 sarà una data che resterà impressa per sempre nella mente e nel cuore di Takumi Minamino. Al minuto 56 della sfida tra il Liverpool ed il suo Salisburgo, il giapponese ha siglato il gol del 3-2 che ha riaperto la partita e quattro minuti dopo ha fornito l’assist per la rete di Haaland. Alla fine, ha vinto il Liverpool ma il Salisburgo è uscito a testa alta da Anfiled dove tutti hanno dato il massimo. Minamino è stato uno dei migliori in campo ed ha giocato forse la sua miglior partita da quando è in Austria, mostrando tutti i progressi fatti in questi anni. Un processo di crescita iniziato dal 2015, quando Minamino è approdato in Europa e dove sicuramente non si aspettava di lasciare un segno così importante. Scopriamo un po’ meglio uno dei migliori giocatori giapponesi di sempre.

Primi passi – Cerezo Osaka

Risultati immagini per player

Takumi Minamino (南野 拓実 in giapponese) nasce il 16 gennaio del 1995 ad Izumisano, città di quasi 100 mila abitanti sita nella prefettura di Osaka ed è proprio ad Osaka che inizia a dare i primi calci al pallone. Nel 2007, quando ha 12 anni, Minamino entra a far parte delle giovanili del Cerezo Osaka e fin da subito lavora duramente, sognando di diventare presto un grande calciatore, come fanno tutti i ragazzini della sua età.

Le qualità di Minamino vengono subito fuori nei suoi cinque anni nelle giovanili del Cerezo e ciò gli permette nel 2011 di venire convocato dal Giappone U-17 per il Mondiale di categoria in Messico. Con i giovanissimi Samurai Blue, Minamino collezione 4 presenze e segna anche un gol contro la Nuova Zelanda. L’ottimo Mondiale disputato convince il Cerezo Osaka a promuoverlo in prima squadra ancora 17enne e trova subito il gol in Coppa dell’Imperatore. Alla sua prima stagione tra i grandi, tuttavia, Minamino colleziona solo 5 presenze, 3 in campionato ed ha poche chance per mettersi in mostra.

Risultati immagini per 南野 拓実 Cerezo Osaka 2012

La stagione successiva, però, Minamino riesce ad imporsi anche in J1 League, collezionando ben 29 presenze e trovando cinque reti, condite da cinque assist. L’attaccante chiude la stagione con otto gol totali (ne segna 3 in coppa) e cinque assist. Nella stagione 2013/2014, Minamino debutta anche in AFC Champions League, trovando anche due reti nella competizione ed un assist. Anche questa stagione per lui è positiva e chiude ancora con otto gol segnati in tutte le competizioni, con 30 presenze in J1 League. La stagione non è positiva, invece, per il Cerezo che retrocede.

Il passaggio al Salisburgo

Risultati immagini per red bull salzburg vs chelsea

Con la retrocessione del Cerezo Osaka, molti giocatori decidono di andare via ed anche Minamino lascia il paese natio, venendo acquistato dal Salisburgo. Il club della Red Bull spende solamente 800mila euro per portarlo via da Osaka, una cifra davvero irrisoria per quanto dimostrato in così tenera età. Di solito per adattarsi ad un mondo tutto nuovo ci vuole un po’ di tempo, ma ciò non riguarda Minamino che subito lascia il segno, debuttando anche in Europa League e sarà l’unica presenza in campo europeo quell’anno.

In campionato, Minamino colleziona 14 presenze ed è solo qui che realizza gli unici tre gol della stagione, oltre a firmare 3 assist. L’impatto di Minamino, però, non viene valutato positivamente per questi numeri, ma per quello che fa in campo, dove mostra tutte le qualità che ha fatto vedere col Cerezo: velocità, rapidità, ottima capacità dribbling e precisione nei tiri e nei cross. In un anno, da giugno 2014 a dicembre 2015 sono ben 4 gli allenatori che passano da Salisburgo (Hutter, Zelder, Letsch ed Oscar Garcia), ma Minamino resta un punto per fermo per tutti e quattro.

L’esterno destro, però, dà il meglio sotto la guida di Oscar Garcia con riesce a valorizzarlo nel migliore dei modi e nella stagione 2015-2016 Minamino va in doppia cifra, segnando 13 gol in 40 presenze stagionali. L’anno successivo segna solo un gol in più, ma in 31 presenze, migliorando dunque la sua media.

A fine anno, Oscar Garcia lascia il Salisburgo ed arriva Marco Rose, altro allenatore che rivela importante nella crescita del giocatore. Il tecnico tedesco lo schiera quasi sempre in campo ed al termine della stagione 2017-2018, Minamino conta ben 44 presenze con 11 gol e trova anche le prime gioie in Europa, segnando anche un gol contro la Lazio all’Olimpico pochi secondi dopo il suo ingresso in campo.

L’Europa conosce Minamino: dalla tripletta al Rosenborg al gol contro il Liverpool

Immagine correlata

La stagione 2018-2019 è la stagione migliore per Minamino da quando è arrivato al Salisburgo, soprattutto per quanto riguarda il campo europeo. In campionato, Minamino segna sei gol e firma sei assist, mentre in Europa League segna 4 gol in 10 presenze e di questi 4 gol, ben 3 sono entrati nella storia. L’8 novembre il Salisburgo è ospita a Trondheim sul campo del Rosenborg nella quarta giornata della fase a gruppi di Europa League.

La partita termina con un roboante 5-2 ed il gran protagonista è proprio Takumi Minamino che mette a segno una tripletta nel primo tempo e diventa il primo giocatore giapponese a segnare una tripletta in campo internazionale. Una gran bella soddisfazione per Minamino che continua a farsi conoscere benissimo in Europa. La stagione si chiude con 14 gol segnati da parte dell’attaccante, miglior marcatore giapponese in Europa, con 10 assist e 45 presenze totali.

Nella stagione attuale, Minamino è partito a razzo e ciò fa presagire che questa potrebbe essere quella della definitiva consacrazione per il giapponese. Nel campionato austriaco ha segnato 3 reti in 7 presenze ed in coppa d’Austria ha segnato già due reti, uno pesantissimo nel secondo tempo supplementare contro il Rapid Vienna del connazionale Kitagawa che è valso il passaggio del turno. Il giocatore sta mostrando di essere in un gran momento non solo a livello statistico, ma anche in campo, divenendo sempre più pericoloso per gli avversari.

E ieri è arrivata la partita che ha davvero fatto conoscere Minamino al pubblico europeo. In uno stadio come Anfield Road, contro i campioni d’Europa del Liverpool, Minamino ha segnato uno splendido gol al volo, calciando con grande coordinazione e messo un assist perfetto per il 3-3 di Haaland. Che serata per Minamino!

Minamino con il Giappone

La convocazione con il Giappone u-17 fu solo il preludio alla carriera con i Samurai Blue per Minamino che gioca praticamente in tutte le giovanili della nazionale giapponese, lasciando il segno con tutte e totalizzando 25 gol. Dopo il Mondiale, Minamino viene convocato nel 2016 anche per le Olimpiadi di Rio e con la nazionale olimpica fa una gran figura, segnando anche tre reti. L’arrivo in nazionale maggiore, però, continua a tardare pur avendo esordito nel 2015 con Halilhodzic contro l’Iran.

Bisognerà aspettare il 2018 per vedere Minamino con la nazionale maggiore quando sulla panchina del Giappone si siede Hajime Moriyasu, altro allenatore importantissimo per la crescita del giocatore. E l’11 Settembre per Minamino arriva anche il primo gol con i Samurai Blue e lo segna proprio ad Osaka, nel match contro Costa Rica, anche se lo segna nello stadio dei rivali del Cerezo, il Gamba.

Risultati immagini per 南野 拓実 Japan Costa Rica

Il giocatore si ripete nelle altre due partite successive, segnando contro Panama ad ottobre e realizzando una doppietta a novembre nella super sfida vinta a Saitama per 4-3 contro l’Uruguay. Da quando Moriyasu si è seduto sulla panchina del Giappone, Minamino è sempre stato convocato ed ha anche partecipato alla sua prima Coppa d’Asia dove ha realizzato due assist in semifinale contro l’Iran e segnato un gol nella finale, purtroppo persa, contro il Qatar.

Ad eccezione della Copa America, dove Moriyasu ha voluto fare esperimenti, anche dopo la Coppa d’Asia Minamino è stato sempre la prima scelta dell’ex allenatore del Sanfrecce Hiroshima. Anche quest’anno, Minamino è partito benissimo con la nazionale ed è andato a segno lo scorso settembre contro il Paraguay in amichevole e contro il Myanmar nella prima partita delle qualificazioni al prossimo Mondiale.

In questi due anni la crescita di Takumi Minamino è stata davvero esponenziale ed i margini di miglioramento sono giganteschi. Dovesse continuare a segnare e a giocare come sta facendo, per Minamino ci sarà l’opportunità di andare a giocare in un top club. Il suo contratto con il Salisburgo scadrà nel 2021 ed il club austriaco sa di non poterlo trattenere a lungo, per Minamino sta arrivando il momento del grande salto.

Al momento, secondo Transfermarkt, il valore del giocatore si aggira sui 5 milioni, ma appare difficile che il Salisburgo possa privarsi per una cifra così misera di un giocatore che ha dato tantissimo in campo nazionale ed internazionale. Sta di fatto, comunque, che il futuro di Minamino sarà sicuramente in un top club e contro il Liverpool ha fatto capire di poterci stare benissimo con i grandi.

Immagine correlata

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*