Un Giappone superlativo stende il Paraguay: ad Ibaraki finisce 2-0 – Jworld.it

Un Giappone superlativo stende il Paraguay: ad Ibaraki finisce 2-0

Samurai Blue giocano un grande calcio per più di un’ora e superano brillantemente il Paraguay nella prima uscita della stagione 2019-2020. Era importante iniziare con il piede giusto prima di presentarsi alla sfida contro la Birmania di martedì che segnerà l’inizio del cammino verso i Mondiali in Qatar del 2022 ed il Giappone ha fatto molto di più. La nazionale guidata da Hajime Moriyasu ha sfornato una delle prestazioni più belle sotto la gestione dell’ex allenatore del Sanfrecce Hiroshima.

Per questa partita, Moriyasu ha puntato sul suo 4-2-3-1 e non si è risparmiato, inserendo i migliori in campo fin dal primo minuto. Dal fischio d’inizio al fischio finale, è stato un Giappone dominante, con la squadra di Berizzo che proprio non riusciva a stare dietro ai Samurai Blue, davvero carichi e con il sangue agli occhi. Su tutti, un ispiratissimo Shoya Nakajima che con le sue giocate ha illuminato il Kashima Soccer Stadium. Ed è da lui che parte l’azione dell’1-0 che arriva al 23′: il numero 10 pesca Nagatomo sulla sinistra che mette una bella palla al centro per Yuya Osako che a pochi passi non può fallire.

Risultati immagini per Japan 2-0 Paraguay

Gol che conferma l’ottimo momento di Osako che con il Werder ha già segnato 4 gol in 4 gare stagionali (3 in campionato ed uno in copp). Il Giappone non si ferma e sfiora un gol meraviglioso arrivando davanti a Fernandez in un lampo, con l’azione iniziata da Nakajima e terminata da Doan, ma il nuovo giocatore del PSV calcia debolmente ed il suo tentativo viene bloccato. Il raddoppio è solo rimandato alla mezz’ora quando Nakajima trova un varco per un fantastico passaggio rasoterra verso Hiroki Sakai che subito va al centro da Minamino che da due passi sigla la seconda rete. I Samurai Blue sprecano altre ghiotte occasioni con Osako e Nakajima che continua a regalare spettacolo ed il primo tempo si chiude sul 2-0.

Nella ripresa, esce Nakajima ed entra Takefusa Kubo ed il giocatore del Maiorca (in prestito dal Real Madrid), regala lo stesso show del giocatore del Porto, mandando al manicomio la difesa del Paraguay. Le occasioni migliori della ripresa portano tutte la firma dell’ex giocatore della Tokyo che sfiora la rete su punizione per due volte e coglie una traversa con un tiro da posizione defilata. I tanti cambi condizionano il Giappone nella seconda parte di gare, con i Samurai Blue che amministrano e portano a casa anche il clean sheet, non soffrendo quasi mai il Paraguay (due parate di Gonda nel primo tempo).

La vittoria non era così scontata, essendo la prima partita dopo oltre due mesi, ma il Giappone ha fatto sembrare il Paraguay una nazionale normalissima, nonostante in Copa America ha portato ai rigori il Brasile. Se il buongiorno si vede dal mattino, la strada che porta ai Mondiali e soprattutto alle Olimpiadi di Tokyo è in discesa. Era da tempo che non si vedeva un Giappone così brillante e coeso in tutti i reparti ed è tutto merito di questa nuova generazione di giocatori che stanno segnando la rinascita della nazionale nipponica, già avvertita ai Mondiali di Russia ed in Coppa d’Asia.

TABELLINO E HIGHLIGHTS

Giappone 2-0 Paraguay (23′ Osako, 30′ Minamino)

Giappone (4-2-3-1): Gonda; H. Sakai (dal 46′ Ueda), Tomiyasu, Yoshida, Nagatomo (dal 67′ Anzai); Hashimoto, Shibasaki (dal 79′ Itakura); Doan (dal 46′ Haraguchi), Minamino, Nakajima (dal 46′ Kubo); Osako (dal 67′ Nagai). All. Hajime Moriyasu

Paraguay (4-2-3-1): Fernandez; Escobar (dal 46′ Riveros), Balbuena, G. Gomez (dal 54′ Rojas), Piris; Sanchez (dal 46′ Martinez), R. Rojas (dal 46′ Paredes); Gonzalez (dal 73′ Romero), Almiron, Samu; Sanabria (dal 64′ A. Romero). All. Eduardo Berizzo

MVP: Shoya Nakajima

Arbitro: Kim Jong-Hyeok (Corea del Sud)

Ammoniti: G. Gomez (P), Almiron (P), Samu (P), Hashimoto (G)

Espulsi: –

Stadio: Kashima Soccer Stadium (Kashima, Ibaraki)

Spettatori: 29.071

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*