Meiji Yasuda J1 League 2019, 11ª giornata: Kubo fa volare la Tokyo, vincono Nagoya ed Oita. Poker del Kawasaki, che caduta del Sanfrecce Hiroshima – Jworld.it

Meiji Yasuda J1 League 2019, 11ª giornata: Kubo fa volare la Tokyo, vincono Nagoya ed Oita. Poker del Kawasaki, che caduta del Sanfrecce Hiroshima

Il Kashima sbanca Kobe, il Sagan Tosu ritrova la vittoria. Successo netto del Cerezo Osaka, pari a reti bianche a Matsumoto

Nell’undicesima giornata della Meiji Yasuda J1 League 2019 cambia poco la classifica nelle zone nobili con Tokyo, Nagoya, Oita e Kawasaki che fanno il loro dovere, mentre la lotta per non retrocedere si fa interessante viste le vittorie importantissime di Vegalta Sendai e Sagan Tosu.

In vetta alla classifica c’è ancora saldamente la Tokyo che batte di misura 1-0 un buon Jubilo Iwata, arresosi solamente nel finale. A decidere la partita è stato un gol meraviglioso di sinistro di Takefusa Kubo, sempre più leader della squadra a soli 17 anni, che ha permesso alla squadra della capitale di conservare quattro punti di vantaggio sulle inseguitrici. Dietro, il Nagoya Grampus dà la sensazione di non voler affatto mollare e con una prova di grande solidità ed efficacia offensiva batte 2-0 l’Urawa con due grandi gol di Mateus e di Jô. Per i ragazzi di Kazama si tratta del quinto successo casalingo su cinque partite, con dieci gol segnati e zero subiti.

Resta agganciato ai Grampus l’Oita Trinita che sbanca l’Hiratsuka Stadium battendo 1-0 lo Shonan Bellmare in un match sostanzialmente equilibrato. Dopo qualche partita senza segnare, torna ad essere letale Noriaki Fujimoto che sotto gli occhi di Moriyasu sigla il gol vittoria ed è uno dei candidati alla convocazione per la prossima Copa America. Continua ad inseguire, invece, il Kawasaki Frontale che rimane ad un punto da Nagoya ed Oita travolgendo 4-0 lo Shimizu S-Pulse coi gol di Kobayashi, Wakizaka, Oshima e Damiao. Sconfitta che è fatale al tecnico dello Shimizu, Jan Jonsson, che viene esonerato subito dopo.

Quarta sconfitta consecutiva per il Sanfrecce Hiroshima che perde 2-1 negli istanti finali di gara in casa del Vegalta Sendai che abbandona l’ultimo posto e si porta fuori dalla zona retrocessione. I viola la sbloccano subito con Douglas Vieira, ma non chiudono la partita e negli ultimi minuti i padroni di casa prima pareggiando con Ramon Lopes all’86’ e poi trovano il gol vittoria nel recupero con Matsushita. Non vanno meglio le cose al Vissel Kobe che perde per la sesta volta consecutiva e lo fa in casa, venendo battuto 1-0 dai Kashima Antlers, a segno con Serginho.

Si rifà sotto per la salvezza il Sagan Tosu che alla prima con Kim Myung-Hwi in panchina vince 3-1 contro il Gamba Osaka e, pur se ancora ultimo, è a -2 dall’ultima posizione utile per la salvezza occupata dallo Jubilo con nove punti. Protagonista dell’incontro Isaac Cuenca con un gol ed un rigore conquistato e poi segnato da Toyoda per il 2-0. Il tris invece è firmato da Harakawa, mentre per i nerazzurri gran gol, anche se inutile di Meshino che alla Messi salta tutti e segna.

Sorride l’altra squadra di Osaka, il Cerezo, che travolge 3-0 lo Yokohama F. Marinos  con la doppietta di Mizunuma e con la rete di Takagi. L’unico pareggio di giornata arriva da Matsumoto dove Yamaga Consadole Sapporo non vanno oltre lo 0-0 in una partita equilibrata dove entrambe le squadre hanno avuto le occasioni per vincerla, senza però sfruttarle.

TABELLINI E HIGHLIGHTS

Sabato 11 Aprile

Cerezo Osaka 3-0 Yokohama F. Marinos (2′, 65′ Mizunuma, 59′ Takagi)

Sagan Tosu 3-1 Gamba Osaka (10′ Cuenca, 72′ Toyoda rig., 90′ Harakawa – 90’+2 Meshino)

Domenica 12 Aprile

Matsumoto Yamaga 0-0 Consadole Sapporo

Vegalta Sendai 2-1 Sanfrecce Hiroshima (86′ Ramon, 90’+3 Matsushita – 2′ D. Vieira)

FC Tokyo 1-0 Jubilo Iwata (84′ Kubo)

Shimizu S-Pulse 0-4 Kawasaki Frontale (23′ Kobayashi, 45′ Wakizaka, 80′ Oshima, 90’+1 Damiao)

Vissel Kobe 0-1 Kashima Antlers (17′ Serginho)

Nagoya Grampus 2-0 Urawa Red Diamonds (17′ Mateus, 41′ Jo)

Shonan Bellmare 0-1 Oita Trinita (52′ Fujimoto)

Classifica

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*