Un Giappone svogliato impatta 1-1 ad Oita contro il Venezuela – Jworld.it

Un Giappone svogliato impatta 1-1 ad Oita contro il Venezuela

I Samurai Blue sprecano nel primo tempo e non la chiudono nel secondo. Nel finale arriva la beffa

Non riesce a fare quattro su quattro il Giappone che all’Oita Bank Dome non va oltre l’1-1 contro il Venezuela. I Samurai Blue infilano comunque il quarto risultato utile consecutivo sotto la gestione di Moriyasu e si dimostrano sempre più in forma quando manca ormai un mese e qualche giorno alla Coppa d’Asia.

Moriyasu aveva descritto il Venezuela come squadra molto organizzata, sia in attacco che in difesa ed aveva detto che i sudamericani avrebbero iniziato forte. Il tecnico giapponese ci ha visto giusto, dato che i primi venti minuti del match il Venezuela pressa molto alto ed impedisce al Giappone di fare il suo solito gioco palla a terra e va subito vicina al vantaggio con Tomiyasu che riesce a salvare sulla linea dopo che Rondon aveva superato con un tocco morbido Schmidt, alla prima da titolare in nazionale. I Samurai Blue rischiano ancora attorno al quarto d’ora quando sulla sua punizione ribattuta è sempre Rondon a calciare e a spedire di pochissimo il pallone oltre il palo alla destra di Schmidt.

Riuscito a passare incolume attraverso la turbolenza sudamericana, il Giappone si riorganizza e riesce finalmente a creare qualcosa davanti con Doan che su invenzione di Osako non supera per poco con un pallonetto a Romo, fortunato in questa circostanza dato che il pallone termina di pochissimo sul fondo. I Samurai Blue continuano a spingere ed è Minamino a mancare l’appuntamento col gol, sparando addosso a Romo dopo essere stato messo davanti alla porta da Osako, autore di un altro grandissimo filtrante. Sul finire del primo tempo si sblocca la partita: punizione di Nakajima pennellata alla perfezione per Hiroki Sakai che in acrobazia fa 1-0, complice un non perfetto Romo, colto di sorpresa da questa conclusione. Il Giappone è avanti e prima della fine del primo tempo ha un’altra occasione con un bel tiro di Nakajima che però finisce sull’esterno della rete.

Nella ripresa, il Giappone detta legge in mezzo al campo mentre il pressing del Venezuela non è più intenso come quello del primo. Al 52′ i Samurai Blue hanno la chance per raddoppiare, ma Doan non dà forza al suo tiro e permette Romo di parare in due tempi. Da qui alla mezz’ora, il Giappone non crea altro, ma tiene costantemente il possesso del pallone, facendo girare a vuoto il Venezuela, mai pericoloso dalle parti di Schmidt se non nei minuti iniziali. Le squadre cambiano pelle, con Moriyasu che sceglie di togliere Osako e Nakajima per far spazio a Kitagawa ed Haraguchi, mentre qualche minuto prima Dudamel si gioca tre cambi inserendo Martinez, Gonzalez Romero. La partita resta in controllo del Giappone ed attorno alla mezz’ora è Haraguchi ad accendersi, saltare chiunque si trovi sul suo cammino sulla sinista, penetra in area ed anziché cercare un compagno spara addosso a Romo da distanza ravvicinata.

Moriyasu cambia ancora e manca in campo anche Sugimoto, arrivato al posto di Suzuki per infortunio, al posto di uno spento Minamino. Il giocatore del Cerezo Osaka, però, non si fa mai vedere, se non con un colpo di testa completamente fuori bersaglio. Il Venezuela non riesce a reagire ed allora i Samurai Blue decidono di dargli una mano all’81’ con Sakai che abbatte Martinez in area, Irmatov non ha dubbi e fischia penalty. Dal dischetto si presenta El General Tomas Rincon che freddissimo, non sbaglia. Nel finale il Giappone tenta di vincerla ed in pieno recupero si porterebbe in vantaggio con un bello stacco di Yoshida su gran cross di Sakai, ma il giocatore del Southampton è in fuorigioco e la rete viene annullata. La partita si chiude sull’1-1 ed il Giappone deve fare mea culpa per un pareggio arrivato per suoi demeriti. La nota positiva è che il Venezuela ha creato pochissimo e la prova della difesa è stata convincente, serviranno prove di questo tipo in Coppa d’Asia. Martedì ultimo test contro il Kirghizstan a Nagoya e poi sarà tempo di volare negli UAE.

TABELLINO DELLA GARA

Giappone 1-1 Venezuela 40′ H. Sakai (G), 81′ Rincon (V, rig.)

Giappone (4-2-3-1): Schmidt; H. Sakai, Tomiyasu, Yoshida, Sasaki; Shibasaki, Endo; Doan (dal 77′ Sugimoto), Minamino (dal 77′ Ito), Nakajima (dal 69′ Haraguchi); Osako (dal 69′ Kitagawa). All. Hajime Moriyasu

Venezuela (4-2-3-1): Romo; Rosales, Chancellor, Ferraresi, Del Pino Mago; Rincon, Moreno (dal 90’+4); Murillo (dal 66′ Gonzalez), Herrera (dal 66′ Romero), Machis (dall’85’ Cordova); Rondon (dal 66′ Martinez). All. Rafael Dudamel

MVP: Hiroki Sakai

Arbitro: Ravshan Irmatov (Uzbekistan)

Ammoniti: Ferraresi (V), Osako (G)

Espulsi: –

Stadio: Oita Bank Dome (Oita)

Spettatori: 33.364

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*