AFC Champions League, quarti di finale, ritorno: il Kashima umilia il Tianjin, Shin Hwa-Yong manda il Suwon in semifinale. Avanti Persepolis ed Al Sadd in West Zone – Jworld.it

AFC Champions League, quarti di finale, ritorno: il Kashima umilia il Tianjin, Shin Hwa-Yong manda il Suwon in semifinale. Avanti Persepolis ed Al Sadd in West Zone

Si è giocato questa settimana il ritorno dei quarti di finale di AFC Champions League. Ritorno che non è stato affatto scontato dopo i risultati dell’andata, tranne per una sola partita.

In East Zone, infatti, gli unici a non avere problemi sono stati i Kashima Antlers che dopo il 2-0 dell’andata, umiliano i cinesi del Tianjin Quanjian anche al ritorno con un netto 3-0. La partita si è giocato sul campo neutro dell’ex colonia portoghese di Macao poiché a Tianjin si è tenuto il World Economic Forum Annual Meeting. La partita, come all’andata, è senza storia con i giapponesi che sbloccano la gara dopo appena tredici minuti grazie a Serginho, in gol già nel primo round. La rete mette ancor più in discesa il match e manda ancor più in crisi i cinesi che non riescono a reagire che al 27′ si prendono anche il 2-0 firmato Abe. Il 2-0 preclude ogni speranza di passaggio del turno per il Tianjin e nel secondo tempo gli Antlers, non contenti, segnano anche il terzo gol con Abe che li proietta alla prima semifinale della loro storia nella competizione.

Decisamente molto più avvincente la sfida tra le due coreane: il Suwon e lo Jeonbuk. La partita d’andata in casa di quest’ultimi era terminata con un perentorio 3-0 dei primi, ma in questo ritorno i verdi hanno dato cara la pelle, riuscendo nell’impresa di rimontare lo svantaggio grazie alle reti dei suoi uomini simbolo come Adriano e Kim Shin-Wook, oltre a quella di Choi Bo-Kyung. Peccato, però, che nel recupero dei tempi regolamentari sia lo stesso Adriano a fallire il rigore che avrebbe regalato la qualificazione ai compagni, costringendo la squadra ai tempi supplementari dove il Suwon coglie anche una traversa. La partita arriva ai rigori e miracoloso è il portiere Shin Hwa-Yong che, dopo aver detto no ad Adriano nei tempi regolamentari, para altri due rigori a due giocatori del calibro di Kim Shin-Wook e Lee Dong-Gook, mentre il Suwon è perfetto, riuscendo ad arrivare in finale.

Nella West Zone, a sorpresa viene eliminato l’Al Duhail che, nel catino infernale dell’Azadi Stadium, crolla 3-1 contro il Persepolis. I qatarioti venivano visti come una delle favorite per la coppa visto il calcio espresso fin qui, ma gli iraniani hanno avuto uno scatto d’orgoglio e sono riusciti a batterli. La partita non si era messa bene per il Persepolis, con l’Al Duhail che aveva chiuso il primo tempo avanti grazie al gol di Boudiaf al 33′, ma nel secondo tempo gli iraniani hanno letteralmente annullato i qatarioti. A pareggiare il match è stato Hosseini al 57′, poi lo sfortunato autogol di Hussain Al-Brake per il 2-1 iraniano ha scatenato il pubblico di casa e due minuti dopo Mensha ha fatto davvero esplodere lo stadio iraniano per il clamoroso 3-1. Mai i qatarioti avevano subito tre gol quest’anno e proprio nella partita più importante sono venuti meno. Gli iraniani arrivano in semifinale e sono pronti a regalarsi la loro prima finale,

Vive brutti momenti anche l’Al Sadd che dopo il 3-1 dell’andata, mai avrebbe pensato di soffrire così tanto tra le mura amiche contro l’Esteghlal. Gli iraniani hanno messo paura ai qatarioti rimontando lo svantaggio iniziale firmato Afif (27′) con le reti di Bagheri (32′) e Tabrizi (49′) e sarebbe bastato un altro gol per portare la sfida ai supplementari. Purtroppo per l’Esteghlal, dopo il raddoppio siglato da Tabrizi, Cheshmi commette una grossa ingenuità facendosi ammonire per la seconda volta mettendo giù Bounedjah lanciato a rete, venendo quindi espulso e complicando i piani dei compagni. Forte dell’uomo in più, l’Al Sadd ritrova campo e coraggio ed in pieno recupero trova il gol del 2-2 su un rigore messo a segno dal solito Bounedjah. Tanta delusione in casa Esteghlal che ci ha messo tanto cuore e coraggio, ma non è bastato, mentre gioisce l’Al Sadd che torna in semifinale dopo sette anni ed è proprio sette anni fa che arrivò l’ultimo successo in ACL.

Le semifinali avranno luogo il 2 ed il 3 ottobre per quanto riguarda l’andata, mentre il ritorno si giocherà il 23 ed il 24 ottobre. A scendere in campo sarà prima la West Zone con la sfida tra Al Sadd e Persepolis, mentre il giorno successivo si giocherà la semifinale della East Zone tra i Kashima Antlers ed il Suwon Bluewings. Stessa cosa anche al ritorno.

AFC CHAMPIONS LEAGUE – Quarti di finale (ritorno)

West Zone

Lunedì 17 Settembre

Persepolis (Irn) 3-1 Al Duhail (Qat) (tot. 3-2) 33′ Boudiaf (D), 57′ Hosseini (P), 76′ Al Brake Hussain (P, aut.), 78′ Mensha (P)

Al Sadd (Qat) 2-2 Esteghlal (Irn) (tot. 5-3) 27′ Afif (S), 32′ Bagheri (E), 49′ Tabrizi (E), 90’+2 Bounedjah

East Zone 

Martedì 18 Settembre

Tianjin Quanjian (Chn) 0-3 Kashima Antlers (Jpn) (tot. 0-5) 13′ Serginho, 27′ Abe, 66′ Doi

Mercoledì 19 Settembre

Suwon Bluewings (Kor) 0-3 Jeonbuk (Kor) (tot. 3-3) (4-2 d.c.r.) 11′ Adriano, 51′ Choi Bo-Kyung, 71′ Kim Shin-Wook

Programma semifinali

Andata, 2-3 Ottobre

West Zone

Al Sadd (Qat) – Persepolis (Irn) (ore 17:15)

East Zone

Kashima Antlers (Jpn) – Suwon Bluewings (Kor) (ore 12:00)

Ritorno, 23-24 Ottobre

West Zone

Persepolis (Irn) – Al Sadd (Qat) (ore 17:00)

East Zone 

Suwon Bluwings (Kor) – Kashima Antlers (Jpn) (ore 12:00)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*