Il punto sulla Meiji Yasuda J2 League: lo Yamaga sorprende tutti e vola in vetta assieme ad Oita e Yamaguchi, crolla il Fukuoka. Omiya sempre a ridosso della zona play-off – Jworld.it

Il punto sulla Meiji Yasuda J2 League: lo Yamaga sorprende tutti e vola in vetta assieme ad Oita e Yamaguchi, crolla il Fukuoka. Omiya sempre a ridosso della zona play-off

La serie cadetta giapponese, giunta ormai alla ventitreesima giornata (che si giocherà questo weekend), sta entrando nella fase calda visto che la seconda parte della Meiji Yasuda J2 League è sempre quella più importante. Andiamo dunque a fare un breve punto della situazione, con focus sulle ultime due giornate.

Le zone nobili della classifica

Nelle parti alte della classifica c’è stato un grande ribaltone in queste ultime due settimane, con il Matsumoto Yamaga che si è portato in testa con 40 punti battendo 3-1 il Roasso Kumamoto prima e 2-0 l’Albirex Niigata poi. Gli artefici di queste due vittorie sono Maeda Takasaki che stanno trasportando la squadra della prefettura di Matsumoto verso quel sogno chiamato J1. A pari merito col Matsumoto troviamo Oita Trinita Renofa Yamaguchi che hanno rallentato la propria rincorsa. I primi hanno infilato due sconfitte molto pesanti, andando a perdere 3-0 in casa del Tokushima Vortis e venendo sconfitti con un pesante 4-2 interno dal Ventforet Kofu. Gli arancioni, invece, hanno collezionato un solo punto nelle ultime tre gare, proprio nell’ultimo weekend in casa dello Zweigen Kanazawa (2-2), mentre due settimane fa è arrivata una pesantissima sconfitta casalinga contro lo Yokohama (0-3). Sprofonda, invece, al quinto posto l’Avispa Fukuoka che ha una partita in meno (rinviata quella con la Kyoto Sanga nell’ultimo turno a causa delle forti tempeste che da una settimana si sono abbattute sul Giappone e culminate nella furiosa alluvione dove hanno perso al vita 179 persone) e fermata sul 2-2 dal Machida Zelvia che lo precede di un solo punto in classifica.

Le aspiranti ai play-off

Per quanto riguarda le squadre che aspirano a disputare i play-off, dietro allo Yokohama che detiene l’ultima posizione utile per tale traguardo c’è un folto gruppo ed è molto agguerrito. Tra le tante, c’è l’Omiya Ardija con gli Scoiattoli che si sono affermati come una delle compagini più in forma del torneo nonostante il difficile inizio. Sebbene due settimane fa sia arrivato un deludente pareggio interno contro l’Ehime per 1-1 (che si conferma una squadra che dà fastidio alle grandi), nell’ultimo turno è arrivata una vittoria per 3-1 in casa del Chiba che ha riportato gli uomini di Ishii nuovamente ad un passo dalla zona play-off, obiettivo minimo visto che ad inizio campionato era una delle favorite per la promozione diretta che, va detto, non è impossibile ed è distante solo cinque punti. Dietro l’Omiya ci sono Fagiano Okayama Montedio Yamagata con 34 punti ed entrambe le squadre hanno ottenuto quattro punti nelle ultime due partite. L’Okayama ha prima pareggiato con uno spettacolare 3-3 contro il Kanazawa per poi andare a vincere di misura per 1-0 contro la Tokyo Verdy, mentre lo Yamagata ha prima vinto contro lo Gifu per 2-0 e poi ha ottenuto un punto importante contro lo Yokohama in trasferta, pareggiando 1-1. Da tenere d’occhio proprio la Tokyo Verdy, distante soli cinque punti dalla zona play-off, anche se in flessione (due sconfitte consecutive) ed al Kofu che dà la sensazione di poter essere pericoloso, vedasi l’ultima vittoria con l’Oita in risposta alla sconfitta interna di due settimane fa contro il Kanazawa (recupero della diciottesima giornata) ed al pareggio deludente, sempre in casa, contro la Kyoto).

Lotta per la salvezza

Se Gifu, Kanazawa, Mito Hollyhock, Tokushima Vortis e Chiba possono essere tranquille (relativamente tranquillo anche l’Albirex Niigata), che hanno un margine considerevole sulla zona rossa (+11 per lo Gifu, +10 per le altre e +8 per il Niigata), la lotta salvezza interessa più da vicino al Tochigi che dopo un buon inizio ha spento la luce ed è sprofondato nelle zone basse della classifica, trovandosi adesso a +5 sul penultimo posto. Tuttavia, i gialli hanno trovato una vittoria importantissima nell’ultimo turno, vincendo 1-0 sul difficile campo del Machida, dopo l’ennesima sconfitta subita nello scontro diretto col Chiba due settimane fa. In pericolo anche il Kumamoto che pare proprio non risollevarsi e si ritrova in una situazione molto complicata nonostante fosse partito col botto. Nelle ultime due giornate sono arrivate due sconfitte contro il Matsumoto (3-1) e contro il Tokushima (1-0). Si tira fuori dalla zona rossa l’Ehime che ottiene tre punti vitali contro lo Gifu (2-1) nell’ultimo turno e dà continuità al pareggio ottenuto alla ventunesima giornata contro l’Omiya. Chiudono la classifica il Kamatamare Sanuki, anch’esso a 18 punti con l’Ehime e dietro solo per una peggior differenza reti, e Kyoto Sanga con 16, ma i viola hanno una partita in meno e potrebbe essere molto importante.

N.B: La J2 League tornerà in campo questo finesettimana e questo sito riprenderà la sua normale programmazione, commentando di volta in volta tutte le altre giornate come fatto fino alla ventesima, salvo particolari eccezioni e/o imprevisti, su cui verrete immediatamente informati. Grazie per l’attenzione ed il sostegno!

Classifica

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*