Meiji Yasuda J1 League, 15° giornata: colpaccio Cerezo in casa dell’Hiroshima, il Kawasaki torna terzo. La Tokyo frena ancora, Kashima disastroso – Jworld.it

Meiji Yasuda J1 League, 15° giornata: colpaccio Cerezo in casa dell’Hiroshima, il Kawasaki torna terzo. La Tokyo frena ancora, Kashima disastroso

Il Vissel Kobe strapazza il Sapporo, il Nagoya rivede l'incubo retrocessione. Altro pari inutile per l'Urawa, ok Shonan e Yokohama F. Marinos

L’ultima giornata di Meiji Yasuda J1 League prima della sosta per il Mondiale ha riserbato grandi sorprese.

Su tutte, la prima sconfitta casalinga del Sanfrecce Hiroshima sconfitto 2-0 dal Cerezo Osaka che continua a vivere un ottimo momento di forma. L’eroe di giornata è sicuramente Takagi che mette la sua firma per ben due volte sul tabellino negli ultimi dieci minuti, facendo riavvicinare i suoi al secondo posto. Grazie a questo grande successo, il Cerezo si trova al quarto posto, con il secondo che dista solo due punti.

Si riprende il terzo posto il Kawasaki Frontale che non vuole abdicare così in fretta per il titolo, riportandosi a -10 dalla vetta, distanza proibitiva, ma non incolmabile. Al Todoroki Stadium, i Delfini hanno vita facile contro lo Shimizu S-Pulse, travolgendolo 3-0 grazie ad una doppietta della bandiera Kengo Nakamura e al gol di Hiroyuki Abe.

Frena ancora la Tokyo che contro il Sagan Tosu penultimo in classifica non va oltre il secondo 0-0 consecutivo dopo quello della scorsa settimana. Dopo un primo tempo abbastanza bloccato, la squadra della capitale tenta di prendere il sopravvento, ma non riesce a bucare la porta difesa da Gonda e riesce a rosicchiare soltanto un punto all’Hiroshima, portandosi a -9.

Se in AFC Champions League vola, non si può dire lo stesso per quanto riguarda il campionato del Kashima Antlers. Dopo la sconfitta indolore in Cina ed il conseguente passaggio ai quarti della competizioni asiatica, ci si aspettava la risposta psicologica anche in campionato ed invece è arrivata un’altra sconfitta interna contro il Vegalta Sendai per 2-1. A scombussolare il piano tattico di Oiwa ci pensa Ishihara che dopo due minuti porta subito i suoi in vantaggio ed il Vega riesce a controllare il primo tempo senza rischiare nulla e sfiorando anche il secondo gol. Nella ripresa, il Kashima è più vivo ma non basta ad evitare il raddoppio di Itakura al 65′. Nel finale, Suzuki rende meno amara la sconfitta con il gol del 2-1 all’85’, ma il Kashima adesso si trova a soli tre punti dalla zona play-out.

In attesa di capire se Iniesta arriverà o meno, il Vissel Kobe si diverte contro il Consadole Sapporo, vincendo con un perentorio 4-0. Il Kobe domina la gara per tutti e 90′ ed il primo tempo già indirizza la vittoria a favore degli amaranto che chiudono avanti di due gol grazie alla doppietta di Wellington. Nella ripresa, il Sapporo perde completamente la testa e, dopo essersi preso il terzo gol al 55′ firmato da Watanabe, resta in nove nel giro di cinque minuti per le espulsioni di Kim Min-Tae Miyazawa. Con l’avversario in netta inferiorità numerica, il Kobe ha campo libero ed è ancora Watanabe a tre dal termine a siglare il poker.

Continua ad essere un vero e proprio incubo il ritorno in J1 del Nagoya Grampus che perde ancora tra le mura amiche, stavolta per 3-2 contro il Kashiwa Reysol. Le premesse per fare bene c’erano, ma alla prima occasione utile è il Kashiwa a portarsi avanti al 16′ con Esaka. La reazione delle Balene è veemente e troverebbero anche il pareggio con Izumi a metà primo tempo, ma la rete viene annullata per fuorigioco. Al 41′, il Nagoya trova per davvero il pareggio con il solito Jô e stavolta è l’arbitro a smentire il guardalinee che aveva annullato ancora il gol poiché, secondo lui, sul cross di Tamada la palla era uscita. Ad inizio ripresa, però, il Nagoya dorme e prima si prende il 2-1 di Nakayama e poi subito il 3-1 firmato ancora da Esaka. Le Balene cercano di evitare l’ennesima sconfitta ma riescono a segnare solo il 2-3 con Tamada al 64′. Nel finale, a causa di un durissimo scontro con Jô, il portiere Nakamura si infortuna gravemente al collo (distorsione cervicale) e salterà il Mondiale di Russia col Giappone.

Terzo 0-0 consecutivo per l’Urawa Red Diamonds che non riesce a battere il Gamba Osaka, con i nerazzurri che saranno certamente più soddisfatti per il punto ottenuto. Punto che serve a poco agli uomini di Otsuki che restano troppo vicini alla zona calda. Trionfo di misura importantissimo, invece, per lo Shonan Bellmare che batte 1-0 lo Jubilo Iwata. A decidere la sfida è un gol di Noda al 71′.

Torna a vincere lo Yokohama F. Marinos dopo un mese e lo fa schiantando 5-2 il V-Varen Nagasaki. A passare in vantaggio è, però, il Nagasaki, in gol al 13′ con Juanma Delgado, ma lo Yokohama trova subito la parità al 21′ con il rigore messo a segno da Otsu. Ad inizio ripresa, Nakamura riporta avanti il Nagasaki, ma non basta ad ottenere la vittoria dato che lo Yokohama si scatena e dal 60′ al 75′ segna tre gol grazie ad una doppietta di Nakagawa e alla rete di Ogihara. All’82’ arriva anche il gol di Degenek a mettere definitivamente in ghiaccio il risultato.

MEIJI YASUDA J1 LEAGUE – 15.A GIORNATA

Sabato 19 Maggio

Yokohama F. Marinos 5-2 V-Varen Nagasaki 13′ Juanma Delgado (N), 21′ Otsu (Y, rig.), 47′ Keita Nakamura (N), 60′, 67′ Nakagawa (Y), 75′ Ogihara (Y), 82′ Degenek (Y)

Gamba Osaka 0-0 Urawa Red Diamonds

Shonan Bellmare 1-0 Jubilo Iwata 71′ Noda

Domenica 20 Maggio

Nagoya Grampus 2-3 Kashiwa Reysol 16′, 56′ Esaka (K), 41′ Jô (N), 47′ Nakayama (K), 64′ Tamada (N)

Kashima Antlers 1-2 Vegalta Sendai 2′ Ishihara (S), 65′ Itakura (S), 85′ Suzuki (K)

Sagan Tosu 0-0 FC Tokyo

Kawasaki Frontale 3-0 Shimizu S-Pulse 19′, 57′ Kengo Nakamura, 33′ Abe

Sanfrecce Hiroshima 0-2 Cerezo Osaka 81′, 84′ Takagi

Vissel Kobe 4-0 Consadole Sapporo 9′, 23′ Wellington, 55′, 87′ Watanabe

Classifica

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*