AFC Champions League, ottavi di finale, ritorno: il Kashima è ai quarti! Epico Al Duhail, avanti anche l’Esteghlal nel segno di Thiam – Jworld.it

AFC Champions League, ottavi di finale, ritorno: il Kashima è ai quarti! Epico Al Duhail, avanti anche l’Esteghlal nel segno di Thiam

Il Tianjin elimina il Guangzhou, lo Jeonbuk domina il Buriram. Ai quarti anche Persepolis e Suwon

Si sono giocate quest’oggi le ultime gare valide per il ritorno degli ottavi di finale di AFC Champions League.

Come di consueto, partiamo dalla West Zone dove l’Al Duhail ha firmato un grande record per la competizione. Con il 4-1 rifilato agli emiratini dell’Al Ain (8-3 il totale!), i qatarioti hanno infilato l’ottava vittoria consecutiva, restando imbattuti nella in ACL. L’Al Duhail è diventata così la prima squadra a firmare otto vittorie consecutive in questa competizione, tagliando un traguardo storico. Per quanto riguarda il campo, come all’andata i qatarioti hanno spadroneggiato sugli emiratini di Omar Abdulrahman (potrebbe essere stata l’ultima in maglia viola per il Messi del deserto) e l’autogol di Mohammed Ahmed al 13′ ha messo in in discesa la partita. L’Al Duhail ha preso il comando delle operazioni e alla mezz’ora, dopo aver sprecato molto, segna il 2-0 con El Arabi che mette al sicuro la qualificazione. Nella ripresa, i qatarioti giocano la stessa gara disputata negli Emirati, ovvero chiudersi e ripartire in velocità con la qualità del sudcoreano Nam Tae-Hee e di El Arabi. Al 54′ Ismail sigla il 3-0 che spegne le residue speranze dell’Al Ain che nel finale subisce il 4-0, ancora con El Arabi marcatore (capocannoniere con nove gol), mentre Abdulrahman trova, forse, il suo ultimo gol in maglia viola su calcio di rigore. I qatarioti saranno una bella gatta da pelare per chiunque ai quarti.

Accedono ai quarti di finale anche gli iraniani del Persepolis che battono gli emiratini dell’Al Jazira per 2-1, ribaltando il 3-2 dell’andata. La gara è un completo monologo dei padroni di casa che, tuttavia, non trovano il vantaggio nella prima frazione, ma nella ripresa, al 63′ Nourollahi sblocca finalmente il punteggio. Il Persepolis si rilassa troppo presto ed al 70′ Romarinho pareggia i conti, riportando avanti l’Al Jazira nel computo totale. All’89’, però, arriva il gol di Hosseini che fa esplodere l’Azadi Stadium e porta i suoi al prossimo turno.

Avanzano col brivido anche i qatarioti dell’Al Sadd che pareggia 2-2 contro i sauditi dell’Al Ahli e vola ai quarti in virtù del 2-1 dell’andata. La partita si mette subito bene per i bianconeri che passano in vantaggio dopo 120” grazie al gol di Bounedjah che firma il suo ottavo gol nella competizionei. I sauditi reagiscono e trovano il pareggio sette minuti più tardi con il gol del brasiliano Claudemir. Al 39′, l’Al Ahli trova il gol che lo porterebbe ai supplementari con Mohnad Aseri, ma nella ripresa, su un rigore concesso molto generosamente, Bounedjah sbaglia e poi si fionda sulla respinta, siglando il definitivo 2-2 che vale la qualificazione.

Nel derby iraniano tra Esteghlal Zob Ahan, a sorridere sono i primi che vincono 3-1 e passano il turno dopo aver perso 1-0 l’andata. Man of the match dell’incontro è l’ex Empoli Mame Thiam che realizza una tripletta fantastica segnando all’11’ su calcio di rigore, al 41′ con un fantastico sinistro a giro spedito all’incrocio dei pali ed al 64′. Nonostante il tornado azzurro, lo Zob Ahan segna il gol della speranza con Hadadifar dato che con un altro gol sarebbero ai quarti, ma questo non arriva. Alla fine è l’Esteghlal a passare il turno con merito considerando tutti e 180′.

Nell’East Zone, fa festa il Kashima Antlers che perdono 2-1 in Cina contro lo Shanghai SIGP, ma accede ai quarti grazie alla vittoria per 3-1 e continuerà a tenere alta la bandiera giapponese nella competizione. I cinesi partono forte e su punizione di Oscar, Hulk, recuperato all’ultimo, trova il gol del vantaggio solo grazie ad un pessimo stop di Shoji al 7′. Il gol non demoralizza più di tanto il Kashima, ancora avanti nel punteggio totale e dopo aver sfiorato il pari in 2-3 occasioni, lo trova al 42′ con un bel colpo di tacco di Shoma Doi su assist basso di Koki Anzai che lo scorso anno giocava in J2 ed ora si ritrova in AFC Champions League. Nella ripresa c’è tanta sofferenza per il Kashima, ma Kwon Sun-Tae è miracoloso e salva i suoi per due volte sui tentativi di Hulk e Li Shenglong. All’80’, lo Shanghai trova il 2-1 su rigore di Hulk (fallo di mano di Shoji), ma non basta ad evitare l’eliminazione.

Fuori anche un’altra big di Cina come il Guangzhou, eliminato nel derby cinese dal Tianjin Quanjian. Il pareggio per 2-2, infatti, favorisce gli uomini di Paulo Sousa grazie allo 0-0 conquistato in casa e gli permette di approdare agli ottavi. Alla squadra guidata da Cannavaro non serve una doppietta del bomber brasiliano Ricardo Goulart (17′, 48′), visto che il Tianjin riesce a reagire subito dopo essere andato sotto per ben due volte, prima pareggiando con Pato (19′) e poi con Wang Jie (52′).

Si ferma agli ottavi la favola del Buriram United, con i thailandesi che sognavano l’accesso ai quarti di finale (sarebbe stata la prima volta per la Thailandia) ed invece si sono dovuti arrendere allo Jeonbuk. I sudcoreani, se avevano mostrato delle lacune nelle gara d’andata perdendo 3-2, sono padroni del campo in questo ritorno ed il 2-0 finale è un risultato che sta davvero stretto. Gli autori dei gol, uno per tempo, sono Lopes al 18′ e Jae-Seong Lee all’84’ che mandano la loro squadra ai quarti di finale. Nella East Zone, i coreani sono attualmente i favoriti per andare in finale avendo vinto già la competizione due anni fa.

Dopo la sconfitta per 1-0 dell’andata, non ci sono problemi al ritorno per il Suwon che travolge 3-0 l’Ulsan nel derby coreano ed accede ai quarti di finale. Il Suwon soffre pochissimo l’Ulsan e chiude il primo tempo avanti di due gol grazie alla doppietta di Kim Gun-Hee che ribalta il risultato dell’andata in 45′. Nella ripresa, gli ospiti tentano di abbozzare una reazione, ma la difesa di casa è molto ben organizzata ed in pieno recupero è ancora il Suwon a segnare ed a firmare il defnitivo 3-0 con Waguininho.

AFC CHAMPIONS LEAGUE – Ottavi di finale (ritorno)

West Zone

Lunedì 14 Maggio

Persepolis (Irn)* 2-1 Al Jazira (Uae) (4-4 agg.) 63′ Nourollahi (P), 70′ Romarinho (J), 89′ Hosseini (P)

Al Ahli SC (Ksa) 2-2 Al Sadd (Qat) (3-4 agg.) 2′, 70′ Bounedjah (S), 9′ Claudemir (A), 39′ Mohanad Aseri (A)

Martedi 15 Maggio

Al Duhail (Qat) 4-1 Al Ain (Uae) (8-3 agg.) 13′ M. Ahmad (D, aut.), 30′, 86′ (rig.) El Arabi (D), 54′ Ismail (D) 90’+4 O. Abdulrahman (A, rig.)

Esteghlal FC (Irn) 3-1 Zob Ahan (Irn) (3-2 agg.) 11′ (rig.), 41′, 64′ Thiam (E), 65′ Hadadifar (Z)

East Zone

Martedì 15 Maggio

Jeonbuk (Kor) 2-0 Buriram United (Tha) (4-3 agg.) 18′ R. Lopes, 84′ Jae-Seong Lee

Guangzhou Evergrande (Chn) 2-2 Tianjin Quanjian (Chn)* (2-2 agg.) 17′, 48′ Goulart (G), 19′ Pato (T), 52′ Wang Jie (T)

Mercoledì 16 Maggio

Suwon Bluewings (Kor) 3-0 Ulsan Hyundai (Kor) (3-1 agg.) 26′, 31′ Kim Gun-Hee, 90’+1 Waguininho

Shanghai SIPG (Chn) 2-1 Kashima Antlers (Jpn) (3-4 agg.) 7′, 81′ (rig.) Hulk (S), 41′ Doi (K)

In grassetto: qualificate ai quarti di finale

*qualificata ai quarti di finale in virtù delle reti in trasferte

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*