Meiji Yasuda J1 League, 12° giornata: l’Hiroshima allunga di nuovo su Tokyo e Kawasaki, il Sapporo è terzo! Si riprende il Kashima – Jworld.it

Meiji Yasuda J1 League, 12° giornata: l’Hiroshima allunga di nuovo su Tokyo e Kawasaki, il Sapporo è terzo! Si riprende il Kashima

Lo Jubilo Iwata vince a Yokohama, brusco stop per il Cerezo Osaka. Il Gamba Osaka continua la risalita, Kashiwa corsaro in casa Shonan

Mercoledì è andato in cassaforte anche il terzo turno infrasettimanale di Meiji Yasuda J1 League ed il Sanfrecce Hiroshima è riuscito nuovamente ad allungare sulle dirette concorrenti in classifica. I viola, infatti,  sono riusciti a battere 2-0 lo Shimizu S-Pulse in una partita dall’esito non del tutto scontato, visto l’ottimo periodo di forma degli ospiti. L’Hiroshima è stato bravo a sbloccare subito il match al 17′ con Patric, a soffrire il giusto e a trovare il 2-0 al 56′ con Kashiwa, salvo poi resistere all’assedio dello Shimizu nell’ultima mezz’ora.

Non riesce a tenere il passo la Tokyo che, pur disputando una buona gara, non va oltre lo 0-0 in casa del Vissel Kobe che, di regalare la partita, proprio non ne ha voglia. Dopo un primo tempo molto equilibrato, la ripresa vede una spinta maggiore da parte della squadra della capitale che tuttavia non riesce a trovare il bandolo della matassa. Viene addirittura sconfitto in casa il Kawasaki Frontale, battuto 2-0 dall’Urawa Red Diamonds che torna alla vittoria dopo tre sconfitte grazie alla doppietta di Shinzo Koroki. I Delfini chiudono anche in dieci la partita per l’espulsione del portiere Jung Sung-Ryong e continuano la loro serie altalenante di risultati.

Continua a stupire il Cosandole Sapporo di Petrovic che si prende il terzo posto in classifica andando a ribaltare l’1-0 in casa del Sagan Tosu, vincendo 2-1 e segnando due gol nel giro di quattro minuti. Il Tosu di Ficcadenti continua a mostrare pecche difensive molto gravi e dopo aver trovato il vantaggio con Ahn Yong-Woo al 51′, prima subisce il pari di Julinho al 79′ e poi la rete dello svantaggio sempre ad opera del brasiliano, entrato in campo solo nel secondo tempo. Per il Tosu si tratta della settima sconfitta consecutiva, l’ottava nelle ultime nove partite.

Torna a respirare il Kashima Antlers in una stagione che si sta rivelando molto complicata. Gli uomini di Oiwa battono 2-1 il V-Varen Nagasaki e si allontanano dalle zone bollenti della classifica che non appartengono al club. La partita sembra mettersi subito in discesa per gli Antlers che passano in vantaggio al 4′ con Yuma Suzuki, ma dopo un quarto d’ora il Nagasaki reagisce e ritrova la parità con Musashi Suzuki. Al 30′ arriva però l’episodio che decide la partita con Mu Kanazaki che realizza il rigore del definitivo 2-1.

Dopo il pareggio casalingo del weekend, lo Jubilo Iwata va a vincere 3-1 con autorità sul campo dello Yokohama F. Marinos, altra squadra che sta vivendo una stagione abbastanza complicata. La partita si mette subito bene per lo Jubilo che riesce a chiudere il primo tempo avanti di due gol grazie alle reti di Matsuura al 37′ e di Taguchi al 42′. Nella ripresa, l’ex Nagoya sigla anche la rete del 3-0, chiudendo di fatto i giochi, ma lo Yokohama ha uno scatto d’orgoglio e trova il gol che vale 1-3 con Nakagawa che ribatte in porta il rigore sbagliato da Vieira.

Resta all’ultimo posto, ma interrompe la serie di otto sconfitte consecutive il Nagoya Grampus che impatta per 0-0 contro un Cerezo Osaka abbastanza opaco, soprattutto nel primo tempo. Le Balene tengono bene il campo ed in difesa sono più attente, ma i problemi nella costruzione offensiva ci sono sempre e non riescono a creare granché. Nella ripresa, è più il Cerezo ad andare vicino al gol del vantaggio, mentre il Nagoya resta in dieci negli ultimi minuti per l’espulsione di Hasegawa, ma il match si conclude con un pareggio che non va bene a nessuno.

Si porta fuori dalla zona rossa il Gamba Osaka che continua a sfruttare il fattore campo (quarta vittoria interna consecutiva) e dopo aver vinto il derby e travolto il Tosu, batte 1-0 il Vegalta Sendai. La partita è ricca di occasioni e l’equilibrio è appeso ad un filo sottilissimo ed è il Gamba Osaka a dare la spallata decisiva grazie alla rete di Kurata al 62′. Continua a non trovare il successo, invece, il Sendai arrivato alla quinta partita di fila senza ottenere i tre punti.

Gran balzo del Kashiwa Reysol in classifica che si porta al settimo posto vincendo 2-1 in casa dello Shonan Bellmare. La partita si sblocca dopo sei minuti ed è il solito Cristiano a portare in vantaggio il Kashiwa e a scombussolare il piano tattico della padroni di casa che lasciano molto campo agli ospiti per andare a caccia del pari. Al 28′, infatti, arriva il raddoppio del Kashiwa con Esaka, con Cristiano ancora protagonista dato che è lui l’autore dell’assist. Lo Shonan prova a reagire nel secondo tempo e ci riesce riaprendo i giochi all’ora di gioco con Kikuchi, ma non basterà una buona ripresa per evitare la sconfitta.

MEIJI YASUDA J1 LEAGUE – 12.A GIORNATA

Gamba Osaka 1-0 Vegalta Sendai 62′ Kurata

Kashima Antlers 2-1 V-Varen Nagasaki 4′ Y. Suzuki (K), 18′ M. Suzuki (N), 30′ Kanazaki (K, rig.)

Kawasaki Frontale 0-2 Urawa Red Diamonds 15′, 50′ Koroki

Vissel Kobe 0-0 FC Tokyo

Nagoya Grampus 0-0 Cerezo Osaka

Shonan Bellmare 1-2 Kashiwa Reysol 6′ Cristiano (K), 28′ Esaka (K), 60′ Kikuchi (S)

Yokohama F. Marinos 1-3 Jubilo Iwata 37′ Matsuura (I), 42′, 59′ Taguchi (I), 74′ Nakagawa (Y)

Sanfrecce Hiroshima 2-0 Shimizu S-Pulse 17′ Patric, 56′ Y. Kashiwa

Sagan Tosu 1-2 Consadole Sapporo 51′ Ahn Yong-Woo (T), 79′, 83′ Julinho (S)

Classifica

 

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*