Meiji Yasuda J2 League, 11° giornata: l’Oita rischia ma vince, riparte l’Okayama. L’Omiya regola la Verdy, successo a sorpresa per il Niigata – Jworld.it

Meiji Yasuda J2 League, 11° giornata: l’Oita rischia ma vince, riparte l’Okayama. L’Omiya regola la Verdy, successo a sorpresa per il Niigata

Nell’undicesima giornata di Meiji Yasuda J2 League si è confermato in testa alla classifica l’Oita Trinita che, pur rischiando grosso, è riuscito a battere 4-3 un Machida Zelvia ridotto in dieci per ben settantotto minuti per l’espulsione di Fukatsu al 12′. Se non fosse stato per Baba, autore di una tripletta nel primo tempo (reti al 3′, al 31′ ed al 45′, l’Oita non sarebbe mai riuscito a portare a casa la partita. Nella ripresa, pur con l’uomo in meno, il Machida è tornato in partita grazie alle reti di Sakai prima (47′) ed Hirato poi (84′), ma ha pagato dazio al 90′ con la rete di Isa che ha spento ogni possibilità di rimonta. Gli ospiti sono comunque riusciti a segnare la rete del 4-3 negli istanti finali di gara con Fujii  e possono uscire da questa partita con sensazioni positive, nonostante sia arrivata la terza sconfitta consecutiva.

Non intende lasciar scappare l’Oita il Fagiano Okayama che batte 3-1 il Roasso Kumamoto, avversario tutt’altro che semplice, e si porta anch’esso a 24 punti. Infatti, i Cavalli Rampanti sono i primi a segnare nel match, andando in rete al 20′ con Minagawa dopo un buon inizio di gara. L’Okayama non ci sta ed al 34′ pareggia i conti con Nakama che permette ai suoi di chiudere il primo tempo sull’1-1. Nella ripresa, l’Okayama si porta subito in vantaggio al 48′ con Hamada che segna la rete che cambia le sorti dell’incontro. A chiudere definitivamente la pratica per l’Okayama è uno sfortunato autogol di Aoki che devia in porta un cross dalla destra. Il Fagiano riesce così a tornare alla vittoria dopo due pareggi consecutivi.

Si rimette pian piano in piedi l’Omiya Ardija che infila la seconda vittoria consecutiva battendo 2-0 la Tokyo Verdy che perde così la sua imbattibilità. Le reti degli Scoiattoli arrivano nella ripresa e portano la firma dello svedese Robin Simovic al 49′ e del brasiliano Matheus all’89’. I tre punti permettono all’Omiya di accorciare il distacco che lo separa dalla zona play-off e dovrà evitare ulteriori passi falsi se vuole tornare subito in corsa.

Sorprende ancora di più il successo ottenuto dall’Albirex Niigata sul campo della Renofa Yamaguchi per 2-1 sia per il buon momento che stava vivendo la Yamaguchi, sia per le ultime quattro sconfitte di fila del Niigata. Niigata che parte forte e trova il vantaggio al 16′ grazie alla rete di Isomura, riuscendo a gestire l’1-0 fino al termine dei primi quarantacinque minuti. La Yamaguchi, però, scende in campo con tutt’altro piglio nella ripresa e pareggia i conti al 64′ con Onose e sfiora anche il gol del sorpasso ma alla fine è il Niigata a sorridere che trova il gol vittoria nel sesto minuto di recupero con Yasuda su calcio di rigore.

Dopo due vittorie consecutive è arrivato un nuovo stop per l’Avispa Fukuoka che impatta per 1-1 contro il Kamatamare, rischiando anche di perdere la partita. A passare in vantaggio dopo 13′, infatti, è il Sanuki che si porta avanti grazie alla rete di Shigematsu che manda in tilt la gara preparata dal Fukuoka. Il Kamatamare però commette l’errore di non chiudere la partita ed all’88’ il Fukuoka trova l’insperato pareggio con Dudu. Pareggio, alla fin dei conti, meritato, dato che il Fukuoka ci ha sempre creduto, esercitando una forte pressione nella seconda parte di gara.

Pareggio per 1-1 anche tra Ventforet Kofu Chiba, con un punto a testa che non va bene a nessuna delle due formazioni che continuano a navigare nelle zone basse della classifica. Al gol dei padroni di casa al 5′ con Junior Barros, ha risposto il gol ospite di Kondo nel quinto minuto di recupero della ripresa. Stesso risultato anche tra Ehime Matsumoto Yamaga, con i padroni di casa avanti al 32′ grazie alla rete di Kamiya, mentre gli ospiti hanno trovato la definitiva parità negli istanti finali di gara con Iida.

Successi di misura per 1-0, invece, per Yokohama Zweigen Kanazawa che hanno ragione rispettivamente di Tokushima Vortis (gol di Kitazume al 29′) e Gifu (rete di Kiyohara al 59′). Vittoria sorprendente per il Kyoto Sanga che batte in rimonta 2-1 il Mito Hollyhock grazie alla doppietta di Shigehiro negli ultimi nove minuti di gara che ha ribaltato la rete di Kishimoto arrivata al 77′ su calcio di rigore, mentre il Tochigi piazza un bel colpo esterno andando a vincere 1-0 contro il Montedio Yamagata (rete di Ushinohama all’83’)

MEIJI YASUDA J2 LEAGUE – 11.A GIORNATA

Yokohama FC 1-0 Tokushima Vortis 29′ Kitazume

Montedio Yamagata 0-1 SC Tochigi 83′ Ushinohama

Oita Trinita 4-3 Machida Zelvia 3′, 31′, 45′ Baba (O) 47′ Sakai (M), 84′ Hirato (M), 90′ Isa (O), 90’+3 Fujii (M)

Mito Hollyhock 1-2 FC Kyoto Sanga 77′ Kishimoto (M, rig.), 81′, 90′ Shigehiro

Kamatamare Sanuki 1-1 Avispa Fukuoka 13′ Shigematsu (K), 88′ Dudu (F)

Renofa Yamaguchi 1-2 Albirex Niigata 16′ Isomura (N), 64′ Onose (Y), 90’+6 Yasuda (N, rig.)

FC Gifu 0-1 Zweigen Kanazawa 59′ Kiyohara

Omiya Ardija 2-0 Tokyo Verdy 49′ Simovic, 89′ Matheus

Ehime FC 1-1 Matsumoto Yamaga 32′ Kamiya (E), 90’+4 Iida

Ventforet Kofu 1-1 JEF United Chiba 5′ Junior Barros (K), 90’+5 Kondo (C)

Fagiano Okayama 3-1 Roasso Kumamoto 20′ Minagawa (K), 34′ Nakama (O), 48′ Hamada (O), 67′ Aoki (O, aut.)

Classifica

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*