Meiji Yasuda J1 League, 11° giornata: l’Hiroshima riprende il cammino, Tokyo e Kawasaki non mollano. Il Gamba Osaka inguaia Ficcadenti – Jworld.it

Meiji Yasuda J1 League, 11° giornata: l’Hiroshima riprende il cammino, Tokyo e Kawasaki non mollano. Il Gamba Osaka inguaia Ficcadenti

Sprofonda il Kashima, lo Shonan viola Saitama Stadium. Pareggi a Sendai e Iwata, cade il Kashiwa

L’undicesima giornata di Meiji Yasuda J1 League non ha portato ad un grosso cambiamento nelle parti alte della classifica.

Il Sanfrecce Hiroshima, dopo la sconfitta della scorsa settimana, ha ripreso subito la sua marcia ed ha battuto senza troppi problemi il V-Varen Nagasaki per 2-0. Ancora una volta, i viola hanno sbloccato il match nella ripresa al 52′ grazie al neo entrato Dangda, con il thailandese che ha siglato il suo terzo gol stagionale e sei minuti dopo Sasaki ha segnato la rete che ha archiviato la pratica.

Partita complicata per la Tokyo che soffre più del dovuto contro il Nagoya Grampus, ma alla fine tiene il passo dell’Hiroshima vincendo per 3-2 e condannando le Balene all’ottava sconfitta consecutiva. La partita sembra mettersi subito in discesa per la Tokyo che al 20′ trova il vantaggio grazie al rigore messo a segno da Diego Oliveira, ma il Nagoya reagisce, pareggiando al 32′ con Jô. Gli uomini di Kazama, però, proprio non ne vogliono sapere di stare attenti in fase difensiva e sei minuti più tardi Nagai riporta avanti la Tokyo. Nella ripresa, la Tokyo si porta subito sul 3-1 ancora con Diego Oliveira (nono gol in campionato e capocannoniere momentaneo), ma le Balene tornano per la seconda volta in partita con Rocha, mettendo in apprensione i padroni di casa fino alla fine, con il risultato che rimane fisso sul 3-2.

Non molla neanche il Kawasaki Frontale che va a vincere 2-1 sul campo del Vissel Kobe, lanciando un chiaro messaggio all’Hiroshima. I Delfini si portano avanti al 7′ con Taniguchi, ma il vero protagonista è Yu Kobayashi che prima fornisce l’assist al compagno e poi, all’88’, trova il gol vittoria, rendendo vana la rete del pareggio siglata da Mita dieci minuti prima. Il Kobe ha fatto fatica a mantenere il pareggio anche perché è rimasto in dieci subito dopo il gol di Mita a causa dell’espulsione di Jung Woo-Young ed il Kawasaki ne ha subito approfittato. La vittoria dei neroblu, però, non va per questo motivo sminuita, dato che anche in undici contro undici si sono dimostrati superiori agli avversari.

In bassa classifica, invece, non arrivano belle notizie per il Nagoya con il Gamba Osaka che travolge 3-0 il Sagan Tosu (Ficcadenti sempre più in bilico) ed accorcia il distacco dalle squadre che lo precedono, superando proprio il Tosu, arrivato alla sua sesta sconfitta consecutiva, la settima in otto gare. Il Gamba spadroneggia in mezzo al campo, ma sblocca la gara solo al 68′ grazie al talentuoso Sho Kurata. Dopo la rete, tutto è più facile per i nerazzurri che segnano il 2-0 all’82’ con Hwang Eui-Jo e nel finale Matheus Junior chiude qualsiasi discorso con la terza rete. Il man of the match, però, è sicuramente l’intramontabile Yasuhito Endo che fornisce ben due assist e gioca una partita di grande sacrificio, nonostante la sua età.

A soli due punti dal Gamba, troviamo il Kashima Antlers che crolla malamente in casa dello Yokohama F. Marinos, rendendo la stagione sempre più difficile. Dopo 21′, lo Yokohama è già avanti di due gol grazie alle reti di Keita Endo Amano, con il Kashima che crea ma non riesce a capitalizzare le sue occasioni. Nel secondo tempo, al 66′, Nakamachi trova il 3-0 che taglia le gambe agli Antlers che davvero non riescono a ritrovarsi e ciò fa pensare che lo scudetto perso all’ultima giornata lo scorso anno abbia lasciato pesanti strascichi a livello psicologico. La situazione del Kashima è una di quelle da analizzare più nel dettaglio, dato che la squadra gioca e va alla conclusione, ma non riesce a concretizzare (peggior attacco del campionato).

Non se la passa bene nemmeno l’Urawa Red Diamonds che si fa sorprendere dallo Shonan Bellmare che vince 1-0 al Saitama Stadium. Dopo tre vittorie consecutive, sembra essersi già spento l’effetto Otsuki sulla panchina dei Diamonds, giunti alla seconda sconfitta consecutiva e alla terza partita senza fare risultato. A decidere la partita è una rete di Ishikawa alla mezz’ora del primo tempo ed a fine partita i giocatori festeggiando, giustamente, con i propri tifosi una vittoria molto pesante.

Spiccano soltanto due pareggi in questa undicesima giornata di J1 ed arrivano uno da Iwata, dove lo Jubilo ha ottenuto un punto da non buttare contro il Cerezo Osaka pareggiando 1-1 (vantaggio Iwata con Kawamata al 25′ e pari Cerezo con Sugimoto al 56′ su rigore) ed uno da Sendai, con Vegalta Sendai Consadole Sapporo hanno dato vita ad una bella sfida conclusasi 2-2. Ad aprire le danze è il Sapporo al 16′ con Fukumori, ma ad inizio ripresa Nishimura rimette in equilibrio la partita. I Gufi rimangono in dieci per l’espulsione di Kim Min-Tae al 73′ e, a sorpresa, trovano il gol del nuovo vantaggio con il thailandese Songkrasin cinque minuti più tardi. Tuttavia, l’uomo in meno si fa sentire pesantemente nel finale ed all’ultimo respiro il Vega trova il pari con Oiwa, con le due squadre che si dividono la posta in palio.

Terza sconfitta in quattro partite per il Kashiwa Reysol che cade 2-1 sul campo dello Shimizu S-Pulse. La partita si risolve negli ultimi sette minuti della prima frazione: prima lo Shimizu si porta avanti con Chong al 38′, poi il Kashiwa trova la parità con Cristiano ed un minuto dopo Kitagawa segna la rete che dà la vittoria alla sua squadra. Con questo successo, lo Shimizu fa un grosso balzo in classifica, superando proprio il Kashiwa ed allontanandosi dalla zona rossa.

MEIJI YASUDA J1 LEAGUE – 11.A GIORNATA

Sabato 28 Aprile

V-Varen Nagasaki 0-2 Sanfrecce Hiroshima 52′ Dangda, 58′ Sasaki

Vegalta Sendai 2-2 Consadole Sapporo 16′ Fukumori (C), 47′ Nishimura (S), 78′ Songkrasin (C), 90’+4 Oiwa (S)

Shimizu S-Pulse 2-1 Kashiwa Reysol 38′ Chong (S), 40′ Cristiano (K), 41′ Kitagawa (S)

FC Tokyo 3-2 Nagoya Grampus 20′ (rig.), 46′ D. Oliveira (T), 32′ Jô (N), 38′ Nagai (T), 63′ Rocha (N)

Jubilo Iwata 1-1 Cerezo Osaka 25′ Kawamata (I), 56′ Sugimoto (C, rig.)

Urawa Red Diamonds 0-1 Shonan Bellmare 30′ Ishikawa

Vissel Kobe 1-2 Kawasaki Frontale 7′ Taniguchi (K), 78′ Mita (V), 88′ Kobayashi (K)

Yokohama F. Marinos 3-0 Kashima Antlers 7′ Endo, 21′ Amano, 66′ Nakamachi

Domenica 29 Aprile

Gamba Osaka 3-0 Sagan Tosu 68′ Kurata, 82′ Hwang Eui-Jo, 90’+2 Matheus Jesus

Classifica

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*