AFC Champions League, l’ultima giornata dei gruppi G ed H: il Cerezo cade in Cina e viene eliminato, il Kashima passa come secondo – Jworld.it

AFC Champions League, l’ultima giornata dei gruppi G ed H: il Cerezo cade in Cina e viene eliminato, il Kashima passa come secondo

Fatale, per i rosablu, la vittoria del Buriram in casa dello Jeju. Il Kashima è l'unica squadra giapponese presente agli ottavi

Ieri sono scese in campo le due prime giapponesi per l’ultima giornata della fase a gruppi di AFC Champions League

Nel gruppo G, niente da fare per il Cerezo Osaka che viene sconfitto in Cina 3-1 dal Guangzhou Evergrande di Cannavaro ed è costretto a salutare la competizione. Dopo un primo tempo giocato quasi alla pari e dove il Cerezo era riuscito subito a pareggiare la rete di Huang Bowen (7′)  con Fukumitsu, nella ripresa i rosablu non riescono più a tenere testa ai cinesi che vanno in gol altre due volte grazie alla doppietta del brasiliano Alan che, essendo squalificato in Chinese Super League, ha potuto usare tutte le sue energie in un match importante per i cinesi per il primato in solitaria. La trasferta in Cina era proibitiva per il Cerezo, lo si sapeva, ma i giapponesi si sono preclusi le ultime possibilità di passare agli ottavi pareggiando proprio in casa contro il Buriram United e, a questi livelli, ogni punto perso lo paghi.

Possono essere dunque felici i thailandesi che ottengono tre punti decisivi per la qualificazione sul campo dello Jeju United vincendo per 1-0. I coreani sono un’altra delle delusioni di questa AFC Champions League dato che hanno chiuso il gruppo all’ultimo posto dopo gli ottavi della passata stagione. Va detto, però, che lo Jeju non meritava la sconfitta, avendo offerto una buona prova e mettendo in difficoltà i thailandesi ed un pareggio sarebbe stato il risultato più giusto. Dopo aver sofferto abbastanza nel primo tempo, il Buriram ha approfittato del primo varco disponibile al 54′ con Wiriyaudomsiri che ha segnato il gol che è valso il pass per gli ottavi.

Nel gruppo H, invece, si doveva solo decidere il primato ed alla fine è stato il Suwon a prenderselo ai danni del Kashima Antlers, sconfitto in casa 1-0. La partita non è stato molto divertente ed ai coreani è bastata una rete di Damjanovic al 31′ per risolvere la pratica. Nella ripresa, gli Antlers hanno tentato di rimettere a posto il risultato, dato che un pareggio avrebbe permesso ai giapponesi di mantenere la vetta della classifica, ma nemmeno l’ingresso di Mu Kanazaki ha permesso ciò, anche grazie all’ottima fase difensiva coreana. Alla fine il Kashima deve accontentarsi della seconda posizione ed essere comunque soddisfatto, essendo l’unica squadra giapponese presente nella fase finale della competizione.

Nell’altra partita, invece, scialbo 0-0 tra Sydney Shanghai Shenhua, utile agli australiani per conservare quantomeno il terzo posto. Ad avere le migliori occasioni è stato il Sydney, con lo Shanghai apparso molto svogliato in campo dato che i cinesi si sono visti raramente nell’area di rigore australiana. Nonostante il dominio, il Sydney non è riuscito a centrare la porta, ma alla fine lo 0-0 accontenta gli australiani.

Gruppo G

Guangzhou Evergrande (Chn) 3-1 Cerezo Osaka (Jpn) 7′ Huang Bowen (G), 10′ Fukumitsu (C), 57′, 86′ Alan (G)

Jeju United (Kor) 0-1 Buriram United (Tha) 54′ Wiriyaudomsiri

Classifica: Guangzhou 12, Buriram 9, Cerezo Osaka 8, Jeju 3

Gruppo H

Kashima Antlers (Jpn) 0-1 Suwon Bluewings (Kor) 31′ Damjanovic

Sydney FC (Aus) 0-0 Shanghai Shenhua (Chn)

Classifica: Suwon 10, Kashima 9, Sydney 6, Shanghai Shenhua 5

In grassetto: qualificate agli ottavi di finale

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*