AFC Champions League, l’ultima giornata dei gruppi E ed F: altre delusioni per Kawasaki e Kashiwa – Jworld.it

AFC Champions League, l’ultima giornata dei gruppi E ed F: altre delusioni per Kawasaki e Kashiwa

I nerazzurri si fanno rimontare dall'Ulsan, i gialli cadono contro il Tianjin. Lo Jeonbuk conserva il primato, sconfitta indolore per lo Shanghai

Con le partite dei gruppi E ed F, si è chiusa l’ultima giornata della fase a gruppi di AFC Champions League.

L’unica cosa ancora da definire era il primato del gruppo E ed è stato lo Jeonbuk a prenderselo, battendo con un perentorio 3-0 il Kitchee. I coreani si confermano squadra molto tosta, chiudendo il gruppo con 15 punti e mettendo in mostra giocatori molto interessanti. Uno su tutti Kim Shin Wook che prima realizza l’assist per l’1-0 di Lee Seung-Ki al 72′, poi è lui stesso ad andare in gol al 79′ ed infine serve un altro assist per la rete di Lim Sun-Young all’87’. Lo Jeonbuk, adesso, è agli ottavi ed è pronto nuovamente ad arrivare fino in fondo, dopo aver vinto la AFC Champions League di due anni fa.

La vittoria dei coreani rende inutile il successo del Tianjin Quanjian per 3-2 ai danni dello già eliminato Kashiwa Reysol. Protagonista del match il numero 7, Zhao Xuri che sigla una doppietta nel giro di sei minuti (24′, 30′) cercando di mettere all’angolo i giapponesi che tornano in partita con Koizumi al 39′. Nella ripresa, i cinesi si riportano avanti di due grazie al gol di Yang Xu al 64′, ma i giapponesi non mollano e si riportano ad un solo gol di distanza con Segawa al 69′. Purtroppo per i giapponesi, però, il pareggio non arriverà, ma arriva un’altra sconfitta che chiude come peggio non potrebbe il loro cammino nella competizione

Nel gruppo F, chiude senza vittorie il Kawasaki Frontale che contro l’Ulsan Hyundai butta un prezioso doppio vantaggio ed impatta 2-2. I giapponesi, nonostante una formazione parecchio rimaneggiata partono benissimo e sbloccano subito l’incontro grazie alla rete di Suzuki. A due minuti dal termine della prima frazione, i nerazzurri mettono a segno il 2-0 con Hasegawa che pare assestare un colpo definitivo al match. E ciò lo pensano anche gli stessi giocatori del Kawasaki che iniziano la ripresa in modo molto svagato ed i coreani pareggiano i conti nel giro di tre minuti: prima Park Jong-Woo riapre i giochi al 47′ e poi Lee Yeong-Jae rimette in equilibrio il risultato al 50′. Alla fine la gara termina con un 2-2 che rappresenta l’ennesimo risultato negativo di un Kawasaki dal quale ci si aspettava certamente di più in un gruppo non abbordabile, ma sicuramente fattibile

Sconfitta indolore, invece, per lo Shanghai SIPG in casa del Melbourne Victory per 2-1. I cinesi, infatti, erano già sicuri della qualificazione e del primo posto ed al 40′ vanno sotto per effetto della rete di Waring. Nonostante ciò, lo Shanghai non rimane a guardare e prima di andare a riposo, segna l’1-1 con Lin Chuangyi. Nella ripresa, il Melbourne inizia ad alzare i ritmi, approfittando di uno Shanghai che inizia a pensare ad i prossimi impegni ed al 68′ Ingham segna il gol che vale una vittoria inutile, ma prestigiosa e che permette agli australiani di chiudere al terzo posto, con un solo punto di distacco dall’Ulsan.

Gruppo E

Jeonbuk Hyundai Motors (Kor) 3-0 Kitchee (Hkg) 72′ Lee Seung-Ki, 79′ Kim Shin-Wook, 87′ Lim Sun-Young

Tianjin Quanjian (Chn) 3-2 Kashiwa Reysol (Jpn) 24′, 30′ Zhao Xuri (T), 39′ Koizumi (K), 64′ Yang Xu (T), 69′ Segawa (K)

Classifica: Jeonbuk 15, Tianjin Quanjian 14, Kashiwa 4, Kitchee 3

Gruppo F

Kawasaki Frontale (Jpn) 2-2 Ulsan Hyundai (Kor) 2′ Suzuki (K), 43′ Hasegawa (K), 47′ Park Yong-Woo (U), 50′ Lee Yong-Jae (U)

Melbourne Victory (Aus) 2-1 Shanghai SIPG (Chn) 40′ Waring (M), 45′ Lin Chuangyi (S), 68′ Ingham (M)

Classifica: Shanghai SIPG 11, Ulsan 9, Melbourne Victory 8, Kawasaki 3

In grassetto: qualificate agli ottavi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*