Meiji Yasuda J1 League, 8° giornata: Hiroshima sempre più primo, l’Urawa vola con Otsuki. Crisi nera per il Nagoya, il Kawasaki stecca ancora – Jworld.it

Meiji Yasuda J1 League, 8° giornata: Hiroshima sempre più primo, l’Urawa vola con Otsuki. Crisi nera per il Nagoya, il Kawasaki stecca ancora

Cerezo Osaka e Sapporo non si fermano, il Kobe inguaia lo Yokohama F.Marinos. Il Tosu di Ficcadenti perde ancora, il Nagasaki ne fa tre al Gamba Osaka

L’ottava giornata di Meiji Yasuda J1 League ha portato ad un nuovo allungo del Sanfrecce Hiroshima sulle dirette concorrenti. I viola, infatti, non si sono fermati neanche contro lo Shonan Bellmare e sono usciti vittoriosi dall’incontro per 2-0 grazie all’ennesima doppietta del brasiliano Patric, in vero stato di grazia in queste ultime gare di campionato (5 gol in tre partite). Il numero 39 ha colpito nuovamente nella ripresa, in una partita molto complicata per l’Hiroshima, messo alle strette da un buon Shonan nella prima parte. Alla fine, però, i viola sono riusciti a sbloccare la gara al 51′ e a chiuderla all’80’, dominando per larghi tratti del secondo tempo.

La cura Otsuki continua a fare benissimo all’Urawa Red Diamonds che batte 2-1 lo Shimizu S-Pulse, infila la terza vittoria consecutiva e si porta a quota 11 punti. Se nell’Hiroshima è Patric l’uomo in più, per i Diamonds c’è il trentenne Shinzo Koroki a risolvere i problemi. Il numero 30, infatti, ha realizzato entrambe le reti della sua squadre in soli sei minuti (23′ e 29′) ed ha regalato altri tre punti pesanti. Dietro, però, l’Urawa balla ancora ed al 54′ si è preso il gol dell’1-2 dello Shimizu, in gol con Kaneko ed è toccato ancora soffrire fino all’ultimo. La strada è comunque quella giusta.

È crisi nera per il Nagoya Grampus che cade 2-0 in casa del Kashima Antlers ed infila la quinta sconfitta consecutiva in campionato, la settima consecutiva se si considerano anche le due gare di YBC Levain Cup. La doppietta di Mu Kanazaki (10′ e 88′), che non ha dovuto fare altro che approfittare degli svarioni difensivi avversari, ha spedito le Balene al penultimo posto in classifica e quella che doveva essere una sorpresa in positivo di questo campionato, si sta trasformando in un clamoroso flop, anche a causa delle strategie di mercato, con il club che ha si regalato a Kazama , ma non ha acquistato difensori pronti per la J1, con il solo Kushibiki esperto, mentre il suo compagno di reparto ha solo vent’anni, per non parlare della panchina. Bisogna fare assolutamente qualcosa, altrimenti una nuova retrocessione non sarebbe utopia.

Pareggio a reti bianche tra Vegalta Sendai Kawasaki Frontale per un punto che fa più felici i padroni di casa che possono conservare il secondo posto in classifica. Il Kawasaki, invece, non può certo essere contento dato che vede scappare l’Hiroshima a +10 e la difesa del titolo è sempre più in salita. Ciò che sorprende di più di questo inizio anno dei nerazzurri e la poca produzione offensiva (solo 9 gol segnati fin qui), cosa davvero paradossale dopo la grande stagione passata di Yu Kobayashi. Proprio Kobayashi sta mancando a questo Kawasaki (solo un gol per Yu quest’anno), mentre Nakamura non può fare tutto da solo a 37 anni.

Quarta vittoria consecutiva per il Cerezo Osaka che batte 1-0 la Tokyo grazie al gol ad un quarto d’ora dalla fine di Takagi e si prende il terzo posto, tenendo dietro il Consadole Sapporo che fa la voce grossa in casa del Kashiwa Reysol, vincendo per 2-1. La vittoria degli uomini di Petrovic è arrivata addirittura in rimonta con Miyayoshi (13′)  e Tokura (87′), quest’ultimo a segno per la terza volta consecutiva, che hanno risposto al gol iniziale di Kamekawa (9′).

Vittoria che fa morale per il Vissel Kobe che al Nissan Stadium batte 2-1 lo Yokohama F. Marinos, riprendendosi dalla sconfitta patita all’ultimo minuto contro l’Urawa nel turno infrasettimanale. Come il Sapporo, anche il Kobe ha ribaltato la gara con Mita (68′) Watanabe (79′) che hanno reso inutile la rete di Boumal (58′)

Perde ancora il Sagan Tosu di Ficcadenti (quarto insuccesso in cinque partite) che cade di misura per 1-0 in casa dello Jubilo Iwata che, come lo scorso anno, sta iniziando a costruire il suo campionato tra le mura amiche. Infatti, dieci degli undici punti totali sono stati conquistati tutti al Shizuoka Stadium, dove sono arrivate tre vittorie, un pareggio ed una sola sconfitta ad inizio campionato contro il Kawasaki. Decisivo per le sorti dell’incontro il gol di Matsuura al 57′, in un secondo tempo ben giocato dall’Iwata dopo un primo tempo abbastanza complesso.

Seconda vittoria in J1 per il V-Varen Nagasaki che tramortisce senza pietà il Gamba Osaka, vincendo 3-0 davanti al proprio pubblico. Questi tre punti, hanno permesso al Nagasaki di portarsi fuori dalla zona rossa e ciò non potrà che far bene al morale dei giocatori che possono e devono credere di potersela giocare, soprattutto sul proprio campo. Mattatori dell’incontro sono stati NakamuraOnaga Nakahara mentre non riesce a sbloccarsi Juanma Delgado, capocannoniere del Varen la passata stagione.

MEIJI YASUDA J1 LEAGUE – 8.A GIORNATA

Sabato 14 Aprile

V-Varen Nagasaki 3-0 Gamba Osaka 18′ Nakamura, 48′ Onaga, 63′ Nakahara

Kashiwa Reysol 1-2 Consadole Sapporo 9′ Kamekawa (K), 13′ Miyayoshi (S), 87′ Tokura (S)

Kashima Antlers 2-0 Nagoya Grampus 10′, 88′ Kanazaki

Cerezo Osaka 1-0 FC Tokyo 74′ Takagi

Vegalta Sendai 0-0 Kawasaki Frontale

Domenica 15 Aprile

Yokohama F. Marinos 1-2 Vissel Kobe 58′ Boumal (Y), 68′ Mita (K), 79′ Watanabe (K)

Jubilo Iwata 1-0 Sagan Tosu 57′ Matsuura

Urawa Red Diamonds 2-1 Shimizu S-Pulse 23′, 29′ Koroki (U), 54′ Kaneko (S)

Shonan Bellmare 0-2 Sanfrecce Hiroshima 51′, 80′ Patric

Classifica

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*