Meiji Yasuda J1 League, 5° giornata: Hiroshima, sei uno spettacolo! Ito ribalta il Kobe, rimontone Tosu sul Nagoya – Jworld.it

Meiji Yasuda J1 League, 5° giornata: Hiroshima, sei uno spettacolo! Ito ribalta il Kobe, rimontone Tosu sul Nagoya

Delude il Kashima Antlers, fermato a Sapporo, sempre più ultimo il Gamba Osaka. Iwata fatale ad Hori e al suo Urawa

La quinta giornata di Meiji Yasuda J1 League si è aperta venerdì con la vittoria del Kashiwa Reysol ai danni del Vissel Kobe. Man of the match è stato il giovane Junya Ito che, con una doppietta messa a segno al 68′ con un gran sinistro dal limite indirizzato all’angolino ed all’86’ a ribattere il pallone in porta dopo la respinta corta di Kim Seung-Gyu. Nel mezzo il momentaneo pareggio di Tanaka al 74′, bravo a staccare di testa sul corner dalla sinistra di Fujita. Grazie ai tre punti, il Kashiwa si porta al quinto posto a quota otto punti, mentre il Kobe scende al tredicesimo posto.

In testa alla classifica troviamo un Sanfrecce Hiroshima sempre più uno spettacolo, non per come gioca le partite, ma per la sua straordinaria concretezza sotto porta, capitalizzando le poche occasioi che gli capitano. La vittoria in casa dei campioni in carica del Kawasaki Frontale per 1-0 è pesantissima in questo senso, perché manda un chiaro messaggio al campionato: quest’anno non si scherza con i viola. Eroe della vittoria al Todoroki è Patric che riesce a segnare il gol vittoria dopo una gara molto combattuta all’83’, sfruttando la dormita generale della difesa nerazzurra sulla sponda di Sasaki sotto porta ed infila da due passi. Passo indietro per il Kawasaki rispetto alla sfida del Toyota Stadium, dov’è stato più attento in fase difensiva e più cinico in quella offensiva.

Partita davvero folle in quel di Tosu, dove il Sagan Tosu di Ficcadenti è riuscito a ribaltare uno 0-2 nell’ultimo quarto d’ora, vincendo 3-2 e raccogliendo tre punti davvero insperati contro il Nagoya Grampus, squadra che non ha perso il vizio della scorsa stagione in J2 di buttare fuori dalla finestra tanti punti come se niente fosse. Gli uomini di Kazama, infatti, partono benissimo e dopo aver sbagliato un rigore al 12′ con Jô, passano avanti al 14′ grazie ad una fiammata di Gabriel Xavier che buca letteralmente Gonda, che si lascia passare il pallone sotto le braccia. Dopo la rete, il Nagoya si abbassa e subisce molto, ma il Tosu è molto impreciso, coglie addirittura un palo a Langerak battuto con Ono, e non riesce a trovare il pareggio. Nella ripresa, altro errore difensivo del Sagan e Gabriel Xavier firma anche il 2-0 al 69′ superando tutti, Gonda compreso. Sembra finita per il Tosu che, però, torna in partita al 74′ con il colpo di testa di Takahashi sulla punizione di Harakawa. Passano solo tre minuti ed il Nagoya combina la frittata con Kobayashi che non si intende col suo portiere ed Ibarbo si infila zitto zitto, siglando il pareggio. Purtroppo per il Nagoya non è finita qui perché nel terzo dei cinque minuti di recupero, Tagawa mette a segno con un tocco morbido di destro il gol che vale la vittoria, la seconda in tre partite, mentre arriva la seconda sconfitta consecutiva per un Nagoya davvero folle in tutti i sensi.

Continua ad avere grossi problemi offensivi il Kashima Antlers che viene fermato sullo 0-0 dal Consadole Sapporo che gioca una partita gagliarda al Kashima Soccer Stadium ed avrebbe meritato anche di vincere, statistiche alla mano. Il Kashima, in cinque giornate, ha segnato soltanto due gol e solo con Kanazaki, ma lì davanti crea pochissimo ed anche contro il Sapporo si è notata questa difficoltà. L’unica cosa che si salva di questo Kashima è la difesa che ha subito soltanto un gol, proprio come quella dell’Hiroshima capolista. Grazie al pareggio, il Kashima si porta ad otto punti e, nonostante tutti i problemi lì davanti si trova al settimo posto.

Il Gamba Osaka continua a navigare nel gradino più basso della classifica e viene sconfitto per 3-2 dalla Tokyo che infila la seconda vittoria consecutiva e si allontana dalle zone calde. La squadra della capitale fa capire subito le sue intenzioni e passa in vantaggio al 2′ con Higashi che si fionda sulla respinta di Higashiguchi sulla conclusione di Nagai e fa 1-0. Dieci minuti più tardi è il difensore della nazionale giapponese Morishige a portare la Tokyo al raddoppio con un bel colpo di testa sulla punizione di Ogawa. I nerazzurri, però, non crollano ed a fine primo tempo tornano in partita grazie al rigore messo a segno da Hwang Eui-Jo. Proprio il sudcoreano rimette a posto le cose nella ripresa al minuto 58 con un colpo di testa sul cross preciso di Hatsuse. L’equilibrio dura solo cinque minuti perché la Tokyo mette a segno il gol decisivo con Diego Oliveira, in rete anche lui di testa sul cross dalla sinistra di Ogawa.

Trasferta ad Iwata fatale per Takafumi Hori che viene sconfitto 2-1 con il suo Urawa Red Diamonds e paga con l’esonero. L’Urawa si trova al penultimo posto in classifica e non ha ancora vinto una partita in campionato. Dopo essere andato avanti con il rigore di Koroki, l’Urawa non è riuscito a chiudere il match e lo Jubilo ha trovato la rimonta grazie a Kengo Kawamata che pareggia i conti al 45′ con un sinistro sotto la traversa anticipando la difesa e poi porta avanti i suoi all’81’ con un bel pallonetto, riuscendo a beffare Nishikawa nonostante il pressing di tre uomini. Anche l’Iwata si porta così a sette punti, agganciando Tokyo, Nagoya e Yokohama F. Marinos, quest’ultimo vittorioso in casa dello Shimizu S-Pulse per 1-0 grazie alla rete di Hugo Vieira all’11.

Prima vittoria in J-League per il Cerezo Osaka che batte 2-1 lo Shonan Bellmare che, invece, infila la seconda sconfitta consecutiva. Il Cerezo si porta avanti al 13′ con Yang Dong-Hyun che piega la manona di Akimoto con un gran sinistro dal limite. Lo Shonan non riesce a creare particolari pericoli ma trova comunque il pari a fine primo tempo con l’unico tiro verso la porta firmato da Okamoto al 36′, bravo a mandare il pallone all’angolino di sinistro sul cross di Ono. La ripresa è molto più avvincente e ci sono occasioni per entrambe le squadre ma a spuntarla è il Cerezo all’86’ grazie alla rete del bomber Kenyu Sugimoto che prima fa secco Matsuda sulla destra, entra in area e di sinistro batte Akimoto, segnando un gran gol. A chiudere, vittoria del Vegalta Sendai per 1-0 sul V-Varen Nagasaki con la rete di Nishimura al minuto 31

MEIJI YASUDA J1 LEAGUE – 5.a GIORNATA

Venerdì 30 Marzo

Kashiwa Reysol 2-1 Vissel Kobe 68′, 86′ Ito (R), 74′ Tanaka (K)

Sabato 1 Aprile

Kawasaki Frontale 0-1 Sanfrecce Hiroshima 83′ Patric

Sagan Tosu 3-2 Nagoya Grampus 14′, 69′ Gabriel Xavier (N), 74′ Takahashi (T), 77′ Ibarbo (T), 90’+3 Tagawa (T)

Kashima Antlers 0-0 Consadole Sapporo

FC Tokyo 3-2 Gamba Osaka 2′ Higashi (T), 12′ Morishige (T), 45’+2 (rig.), 58′ Hwang Eui-Jo (G), 64′ Diego (T)

Shimizu S-Pulse 0-1 Yokohama F. Marinos 11′ H. Vieira

Vegalta Sendai 1-0 V-Varen Nagasaki 31′ Nishimura

Domenica 1 Aprile

Jubilo Iwata 2-1 Urawa Red Diamonds 8′ Koroki (U, rig.), 45′, 81′ Kawamata

Classifica

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*