Meiji Yasuda J1 League, 4° giornata: Kawasaki ed Hiroshima passano la sosta in vetta, Kanazaki ancora decisivo per il Kashima – Jworld.it

Meiji Yasuda J1 League, 4° giornata: Kawasaki ed Hiroshima passano la sosta in vetta, Kanazaki ancora decisivo per il Kashima

Prime vittorie per Sapporo e Tokyo, sprofonda l'Urawa. Il Vissel Kobe stende il Cerezo Osaka con un super Podolski

Prima sosta per la Meiji Yasuda J1 League, arrivata ieri alla quarta giornata. I leader di questo inizio di campionato sono rispettivamente Kawasaki Frontale Sanfrecce Hiroshima. in vetta alla classifica con dieci punti.

I nerazzurri, nonostante le cose non vadano bene in AFC Champions League, dimostrano di avere grande solidità in campionato ed hanno ottenuto una vittoria importante al Toyota Stadium, casa del Nagoya Grampus. La partita è stata molto combattuta e solo un colpo di testa al 65′ di Okubo sulla punizione perfetta messa al centro dell’area da Nakamura ha reso possibile una vittoria molto sofferta. I viola, invece, si sono fermati dopo tre giornate ed hanno impattato 0-0 in casa contro lo Jubilo Iwata in un match ben giocato da ambo le parti, con il Sanfrecce molto più pericoloso dello Jubilo, ma poco concreto.

Togliendo le gare di AFC Champions League, in casa Kashima Antlers segna solo Mu Kanazaki. Il numero 10 è il vero trascinatore in questo inizio di stagione parecchio complicato ed anche contro il Sagan Tosu è stato decisivo segnando al 14′ l’unico gol della partita. Su sponda di testa di Suzuki, Kanazaki ha controllato il pallone dal limite e di destro ha fatto partire un tiro imparabile per Gonda, complice anche la deviazioni con il tallone di Kim Min-Hyeok. Grazie a Kanazaki, il Kashima si porta a sette punti, agganciando il Nagoya al quinto posto.

Vittoria per 1-0 anche della Tokyo che conquista i primi tre punti del suo campionato battendo lo Shonan Bellmare. Dopo un primo tempo abbastanza bloccato, la squadra della capitale del Giappone sblocca il risultato al primo minuto della ripresa con un fantastico destro a giro da 25 metri di Diego, con il pallone che prima bacia il palo e poi va in porta, disegnando una traiettoria imprendibile per Akimoto. Stesso risultato per lo Yokohama F. Marinos che fa sprofondare al terzultimo posto l’Urawa Red Diamonds, autore di un pessimo avvio di campionato. Al Saitama Stadium è un gol di Hugo Vieira all’81’ a decidere la partita, con il brasiliano che riceve palla da Yamanaka, si incunea in area, resiste al proprio marcatore ed infila Nishikawa. Il portiere della nazionale giapponese era stato già autore di due interventi miracolosi nel corso del secondo tempo, ma al terzo tentativo è capitolato.

Prima vittoria per il Consadole Sapporo che, sul suo campo, batte 2-1 il V-Varen Nagasaki. La partita è molto divertente nell’arco dei novanta minuti e nel primo tempo è il Nagasaki ad avere l’occasione più clamorosa, cogliendo una traversa con Takasugi che arriva come un treno da calcio d’angolo e di sinistro colpisce il legno. Nella ripresa, però, il Sapporo viene fuori ed al 54′ si porta in vantaggio con Bothroyd che, lanciato a tu per tu con Masuda da Songkrasin, non può proprio sbagliare. Tuttavia, i Gufi si cullano troppo sugli allori ed all’82’ il Nagasaki trova il gol del pareggio con un delicatissimo destro all’angolino di Onaga che gela l’Atsubatsu Stadium ma solo per poco tempo. All’ultimo respiro del match, infatti, Songkrasin firma la sua prima rete in J-League arrivando prima di tutti sulla sponda di Bothroyd che ricambia il favore e permette al Sapporo di portare a casa i tre punti.

Rialza la testa anche il Vissel Kobe che batte 2-0 il Cerezo Osaka con una grande prestazione di squadra e, soprattutto, con un grande Lukas Podolski. Ad aprire le marcature ci pensa Fujita al 34′ che si fionda sulla respinta di testa di un difensore e spedisce il pallone all’angolino. Il Cerezo reagisce con veemenza nella ripresa, ma è ancora il Kobe a colpire all’83’ con Podolski. Il tedesco, dopo aver giocato una partita di grande sacrificio, si regala il primo gol in J-League battendo Kim Jin-Hyeon con un sinistro rasoterra, prendendo il portiere del Cerezo in controtempo con una grande finta di corpo.

Pareggio e rimpianti per il Kashiwa Reysol che si fa rimontare un doppio vantaggio dal Gamba Osaka al Suita City Stadium, pareggiando per 2-2. La partita si mette benissimo per il Kashiwa che si porta sul 2-0 in meno di venti minuti con una doppietta di Esaka. Il numero 10 prima batte Higashiguchi di sinistro dopo aver mandato un avversario al bar (8′) e poi va in rete con un destro dalla distanza, infilando il pallone all’angolino (18′). I gialli si sentono troppo sicuri di loro e tre minuti dopo il raddoppio vengono puniti dal sudcoreano Hwang Eui-Jo che, di spalle alla porta, riesce a spedire il pallone in rete girandosi e calciando di prima intenzione di destro. Proprio il sudcoreano, negli ultimi minuti di gara, sigla il gol della rimonta con un potente destro dal limite, con il pallone che si infila in porta dopo aver colpito il palo, Pareggio anche tra Shimizu S-Pulse Vegalta Sendai con il risultato di 1-1. Al vantaggio dei padroni di casa al 9′ firmato Kaneko con un destro magistrale quasi da centrocampo spedito all’incrocio dei pali, ha risposto il pari del Vega al 70′ targato Abe, bravo a farsi trovare nel posto giusto dopo la ribattuta del portiere sul tentativo di un compagno.

MEIJI YASUDA J1 LEAGUE  – 4° GIORNATA

Consadole Sapporo 2-1 V-Varen Nagasaki 54′ Bothroyd (S), 80′ Onaga (N), 90’+4 Songkrasin (S)

Shimizu S-Pulse 1-1 Vegalta Sendai 9′ Kaneko (S), 70′ Abe (V)

Gamba Osaka 2-2 Kashiwa Reysol 8′, 18′ Esaka (K), 21′, 86′ Hwang Eui-Jo (O)

FC Tokyo 1-0 Shonan Bellmare 46′ Diego

Sanfrecce Hiroshima 0-0 Jubilo Iwata

Vissel Kobe 2-0 Cerezo Osaka 34′ Fujita, 83′ Podolski

Sagan Tosu 0-1 Kashima Antlers 14′ Kanazaki

Urawa Red Diamonds 0-1 Yokohama F. Marinos  81′ H. Vieira

Nagoya Grampus 0-1 Kawasaki Frontale 65′ Okubo

CLASSIFICA

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*