AFC Champions League, la terza giornata dei gruppi F e H: il Kashima mantiene la vetta, altro flop del Kawasaki – Jworld.it

AFC Champions League, la terza giornata dei gruppi F e H: il Kashima mantiene la vetta, altro flop del Kawasaki

Doi e Ueda "spingono" gli Antlers verso gli ottavi, il Kawasaki rischia una clamorosa eliminazione. Doppio pareggio nel duello Cina-Corea

SYDNEY, AUSTRALIA - MARCH 07: Naomichi Ueda of Kashima Antlers celebrates scoring a goal during the AFC Asian Champions League match between Sydney FC and Kashima Antlers at Allianz Stadium on March 7, 2018 in Sydney, Australia. (Photo by Matt King/Getty Images)

Ieri mattina, con le partite dei gruppi F e H, si è chiusa la terza giornata di AFC Champions League. Giornata positiva a metà per le giapponesi in quanto, su quattro gare, sono arrivate due vittorie, un pareggio ed una sconfitta.

La squadra giapponese che più sta deludendo è sicuramente il Kawasaki Frontale, ancora a secco di vittorie dopo il 2-2 interno contro il Melbourne Victory e con un solo misero punto ed un ultimo che non lascia presagire nulla di buono. I nerazzurri giocano bene e passano in vantaggio al 28′ con Elsinho che trafigge Thomas con un bel sinistro rasoterra. Il problema dei giapponesi non è l’attacco, ma la difesa ed al 36′, su calcio d’angolo, Berisha riesce a toccare il pallone in mezzo ad un mare di gambe giapponesi e a dare il pareggio ai suoi. Nella ripresa, il Kawasaki si porta nuovamente avanti con la rete a porta vuota di Noborizato su cross basso di Yu Kobayashi, ma non riesce a chiudere la gara, commettendo una grossa ingenuità nel finale e regalando un rigore agli australiani che lo trasformano con George. Il rigore è l’unico tiro del Melbourne nella difesa, arrivato ancora per le gravi amnesie difensive giapponesi, amnesie che potranno davvero pesare sulla qualificazione.

Nonostante ciò, il Kawasaki resta comunque in corsa in quanto, nell’altra partita del gruppo F, arriva un pareggio per 2-2 tra Shanghai SIPG ed Ulsan Hyundai, con i coreani che rimangono distanti solo quattro punti. La gara è un monologo dello Shanghai che però, come il Kawasaki, soffre di problemi di difesa ed al 37′ sono i coreani a passare in vantaggio con Windbichler che stacca di testa da calcio d’angolo. La reazione cinese è furente ed un minuto dopo l’ex Chelsea Oscar firma il pareggio con un potente rasoterra da venticinque metri, con il pallone che va ad insaccarsi nell’angolino. Nel secondo tempo accade esattamente la stessa cosa: il SIPG è più pericoloso dell’Ulsan che, però, riesce a tenere meglio il campo rispetto alla prima frazione ed al 68′ passa ancora avanti grazie a Kim In-Sung che si fa trovare libero in area di rigore sul cross basso, ed anche leggermente deviato, di Lee Myung-Jae. Anche stavolta, la reazione dei cinesi è immediata ed è sempre Oscar a siglare il gol del definitivo pareggio con un fantastico destro a giro, piazzando il pallone sul secondo palo dove mai e poi mai Oh Seung-Hoon avrebbe potuto arrivarci.

Vanno meglio, e di molto, le cose al Kashima Antlers che, dopo tre giornate, si ritrova in testa a quota sette punti nel gruppo H dopo il successo esterno per 2-0 sul Sydney. Gli australiani non rappresentano una minaccia per i giapponesi, nettamente superiori ai propri avversari, ed al 40′ vanno sotto per effetto della deviazione di Doi sul tiro sbilenco di Suzuki, assist-man per caso. Nella ripresa, il Sydney tenta di fare qualcosa in più, ma il Kashima è molto più concreto ed all’87’ chiude definitivamente la partita con il colpo di testa di Ueda, bravo a farsi trovare pronto sulla sponda di testa di Yamamoto. La prossima partita in casa, sempre contro il Sydney, potrebbe rivelarsi già decisiva per la qualificazione dei giapponesi, soprattutto visto il distacco dal terzo posto.

Terzo posto occupato dallo Shanghai Shenhua con soli tre punti. I cinesi riescono ad ottenere un punto importante sul campo del Suwon Bluewings, pareggiando 1-1 e al Kashima basterà una vittoria dei coreani in Cina per staccare il pass per gli ottavi. Coreani che si sono mostrati più esperti e più forti dei cinesi nell’arco dei 90′, ma non sono riusciti a capitalizzare le palle gol avute. Al vantaggio coreano al 47′ con Lee Ki-Je, in rete con un fantastico sinistro rasoterra, ha risposto il rigore di Moreno al 71′.

Gruppo F

Kawasaki Frontale (Jpn) 2-2 Melbourne Victory (Aus) 28′ Elsinho (K), 36′ Berisha (M), 55′ Noborizato (K), 90’+3 George (A, rig.)

Shanghai SIGP (Chn) 2-2 Ulsan Hyundai (Kor) 37′ Windbichler (U), 38′, 70′ Oscar (S), 68′ Kim In-Sung (U)

Classifica: Shanghai SIPG 7, Ulsan Hyundai 5, Melbourne Victory 2, Kawasaki Frontale 1

Gruppo H

Sydney FC (Aus) 0-2 Kashima Antlers (Jpn) 40′ Doi, 87′ Ueda

Suwon Bluewings (Kor) 1-1 Shanghai Shenhua (Chn) 47′ Lee Ki-Je (SB), 71′ Moreno (SS, rig.)

Classifica: Kashima 7, Suwon 4, Shanghai Shenhua 3, Sydney 1

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*