AFC Champions League, la seconda giornata dei gruppi G e H: Kanazaki trascina il Kashima, punto d’oro per il Cerezo Osaka – Jworld.it

AFC Champions League, la seconda giornata dei gruppi G e H: Kanazaki trascina il Kashima, punto d’oro per il Cerezo Osaka

Il Kashima trionfa in casa del Suwon e vola al comando, il Cerezo ferma il Guangzhou. Colpo esterno dello Jeju, delude lo Shanghai Shenhua

Con le partite dei gruppi G e H si è conclusa la seconda giornata di AFC Champions League. Come la passata settimana, punti pesanti per il Giappone sono arrivati da questi due gruppi.

Nel gruppo G, il Cerezo Osaka è balzato in testa da solo dopo aver pareggiato 0-0 contro il Guangzhou Evergrande di Fabio Cannavaro. Nonostante i cinesi erano i chiari favoriti del gruppo ed i favoriti per la vittoria finale, i giapponesi sono scesi in campo ben determinati a dimostrare che non sempre l’esperienza in questa competizione porta alla vittoria. La partita è rimasta sempre in equilibrio e non si è mai avuto la sensazione che il Guangzhou fosse superiore. Nell’ultimo quarto d’ora, il Cerezo Osaka ha provato a portare a casa la vittoria, ma gli sono stati annullati (giustamente) due gol e Kenyu Sugimoto ha sfiorato la rete con un colpo di testa insidioso, sventato da Liu Dianzuo in bello stile. Il pareggio permette, quindi, di restare al comando del gruppo e di guardare alle prossime sfide con maggior autostima.

Nell’altro match del gruppo G, colpo esterno dello Jeju United che va a vincere 2-0 sul campo del Buriram. I thailandesi erano stati capaci di fermare il Guangzhou, ma contro i coreani non hanno scampo e vanno subito sotto al 2′ per effetto del gran sinistro di Lee Chang-Min dal limite dell’area, con il pallone che si infila all’angolino. Al 21′, lo Jeju trova anche il raddoppio grazie al calcio di rigore messo a segno da Cruz che decide, di fatto, la gara. Nella ripresa, infatti, il Buriram prova a far male, ma sotto porta manca di concretezza e non riesce a riaprire il match.

Nel gruppo H, invece, prima vittoria per il Kashima Antlers che batte 2-1 il Suwon Bluewings. I coreani vantavano una striscia di dieci partite senza sconfitte in campo internazionale, ma si sono dovuti arrendere alla formazione giapponese che passa in vantaggio al minuto 8 dopo una bella triangolazione iniziata da Suzuki e conclusa da Mu Kanazaki, con il numero 10 che viene messo davanti alla porta dal tocco delicato di Endo. Al 25′, il Suwon avrebbe l’opportunità di pareggiare i conti, ma Damjanovic si fa ipnotizzare Kwon Sun-Tae che non si fa certo superare per far un favore ai suoi connazionali, intercettando il pallone alla sua destra. Nella ripresa, il Kashima trova anche il raddoppio al 59′: protagonisti dell’azione sono sempre Endo e Kanazaki, con il primo che serve, in modo fortunoso il secondo con una sponda di testa sotto porta ed il 10 finisce in porta con tutta la sfera. Il Suwon può solo rendere più eccitante il finale con il gol di Cristovam all’89’, ma non basta ad impedire che il Kashima si prenda la vetta.

Nell’altra partita del gruppo H, altro stop per lo Shanghai Shenhua che, dopo il bel pareggio contro il Kashima fuori casa, delude davanti ai propri tifosi, pareggiando 2-2 contro il Sydney. Il match vive le sue fasi più calde nel primo tempo ed i cinesi passano in vantaggio al 26′ grazie al gol dell’ex Inter, Obafemi Martins, che insacca a due passi dalla porta. Passano due minuti e gli australiani subito aggiustano le cose con il gol di Wilkshire, giocatore di grande esperienza in campo internazionale, che gela l’Hongkou Stadium arrivando velocemente sulla respinta di Li Shuhai, arrivata dopo un colpo di testa. Il pareggio fa benissimo al Sydney che al 34′ trova anche il vantaggio: Ninkovic si fa spazio tra le maglie cinesi, passa il pallone a Brosque che si libera del suo marcatore e batte Li Shuhai con un gran sinistro sotto la traversa. I due schiaffi in cinque minuti non abbattono lo Shenhua che trova il pareggio al 39′ con la rete di un’altro giocatore ex Inter, Fredy Guarin. Il colombiano calcia di prima intenzione dal limite dell’area e beffa Redmayne, ringraziandolo per aver allontanato il pallone proprio sui suoi piedi. Nel secondo tempo, ci sono occasioni per entrambe le squadre, ma il risultato non cambia.

Gruppo G

Cerezo Osaka (Jpn) 0-0 Guangzhou Evergrande (Chn)

Buriram United (Tha) 0-2 Jeju United (Kor) 2′ Lee Chang-Min, 21′ Cruz (rig.)

Classifica: Cerezo Osaka 4, Jeju 3, Guangzhou 2, Buriram 1

Gruppo H

Suwon Bluewings (Kor) 1-2 Kashima Antlers (Jpn) 8′, 59′ Kanazaki (K), 89′ Cristovam (S)

Shanghai Shenhua (Chn) 2-2 Sydney FC (Aus) 26′ Martins (SS), 28′ Wilkshire (S), 34′ Brosque (S), 39′ Guarin (SS)

Classifica: Kashima Antlers 4, Suwon 3, Shanghai Shenhua 2, Sydney 1

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*