AFC Champions League, la prima giornata dei gruppi G e H: arrivano i primi punti per le giapponesi – Jworld.it

AFC Champions League, la prima giornata dei gruppi G e H: arrivano i primi punti per le giapponesi

Il Cerezo Osaka trionfa al fotofinish, il Kashima guadagna un solo punticino. Delude il Guangzhou, il Suwon si conferma una squadra temibile

Oggi, con le partite dei gruppi G ed H si è conclusa la prima giornata della AFC Champions League e sono arrivati i primi punti e le prime gioie per le giapponesi.

Nel gruppo G, infatti, il Cerezo Osaka si è imposto per una rete a zero sul campo dei sudcoreani dello Jeju United che, lo scorso anno, trionfarono 2-0 davanti ai loro tifosi contro l’Urawa Red Diamonds che avrebbe poi ribaltato il tutto al ritorno. Dopo aver vinto la supercoppa, il Cerezo continua la sua striscia positiva e dopo una dura lotta, riesce a spuntarla soltanto al 93′ grazie all’ex giocatore della Tokyo, Kota Mizunuma. Il numero 7 si fa trovare pronto sulla sciocchezza difensiva dello Jeju, con il portiere Lee Chang-Geun che si scontra con un compagno per andare a prendere il pallone ed apre completamente la strada a Mizunuma che deve solo appoggiare in rete. Alla fine, nonostante sia arrivata all’ultimo respiro, la vittoria è meritata, in quanto i giapponesi hanno creato molte più occasioni.

Nell’altro match del gruppo G, invece, deludente pareggio interno per 1-1 per i cinesi del Guangzhou Evergrande dei fratelli Cannavaro contro i campioni di Thailandia del Buriram United. I cinesi dettano legge sin dall’inizio della partita e sbloccano la gara al 16′ grazie al solito Ricardo Goulart, in gol con un bella frustata di testa sul cross preciso di Li Xuepeng. Il Guangzhou continua ad attaccare per tutta la partita e sono pericolosissimi soprattutto con le folate offensive di Alan ma ad inizio ripresa, con un grande aiuto del portiere dei cinesi Liu Dianzuo, il Buriram rimette a posto le cose al 57′ con Silva che insacca a porta vuota dopo la papera di Liu che respinge in un modo orribile il pallone sulla punizione avversaria. I cinesi continuano a dominare la gara, ma al 76′ è ancora il Buriram a sfiorare la rete con Silva, ma stavolta Liu mette bene le mani ed evita una clamorosa sconfitta.

Nel gruppo H, invece, arriva un solo punticino per il Kashima Antlers che certamente non sarà contento di non aver iniziato la stagione nel modo migliore, pareggiando 1-1 contro i cinesi dello Shanghai Shenhua. Sono proprio i cinesi ad aprire le marcature al 3′ con Moreno che insacca di testa a porta vuota dopo una brutta uscita a mano tesa di Sogahata. Il Kashima si riprende dallo shock ed inizia a macinare gioco ed occasioni, trovando il pareggio al 51′ con Yasushi Endo, bravo a spingere di petto il pallone in porta dopo la respinta di Li Shuai su una botta dal limite. Il Kashima domina la ripresa e nel finale ha anche l’occasione per vincerla, ma Li Shuai respinge con una gran prontezza di riflessi il tiro a giro di Leandro, con il pallone indirizzato sull’angolo più lontano. Stessa cosa per lo Shanghai che prende addirittura una traversa in pieno recupero.

Al primo posto ci va, quindi, il Suwon Bluewings, dato che i sudcoreani vincono 2-0 sul campo del Sydney senza troppi problemi. Gli ospiti si dimostrano nettamente più forti dei padroni di casa, ma per sbloccare il risultato ci vogliono sessantadue minuti quando l’ex Seul, Damjanovic va in rete con uno splendido destro indirizzato all’angolino. Il serbo si ripete quattordici minuti più tardi segnando il rigore che chiude la partita.

Gruppo G

Guangzhou Evergrande (Chn) 1-1 Buriram United (Tha) 16′ R. Goulart (G), 57′ Silva (B)

Jeju United (Kor) 0-1 Cerezo Osaka (Jpn) 90’+3 Mizunuma

Classifica: Cerezo Osaka 3, Buriram United 1, Guangzhou 1, Jeju United 0

Gruppo H

Sydney FC (Aus) 0-2 Suwon Bluewings (Kor) 62′, 76′ (rig.) Damjanovic

Kashima Antlers (Jpn) 1-1 Shanghai Shenhua (Chn) 3′ Moreno (S), 51′ Endo (K)

Classifica: Suwon 3, Shanghai Shenhua 1, Kashima Anlters 1, Sydney 0

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*